Biscotti integrali ai mirtilli rossi

Nel disperato tentativo di mangiare più sano, ho deciso di coinvolgere anche Gu nella preparazione dei pasti e devo dire che questa pratica sta portando i suoi frutti. Abbiamo fatto insieme i biscotti integrali con mirtilli rossi e, oltre ad essersi divertito moltissimo, poi ha detto che erano “veramente deliziosi mamma”. Cosa che mi ha stupito perchè sì, sono buoni, ma hanno una consistenza ed un sapore totalmente diverso rispetto ai super biscotti confezionati. Ho provato ad utilizzare la stessa tecnica coi broccoli, ma non ha avuto lo stesso risultato, per cui significa che questi biscotti sono davvero gustosi! E lo sono anche se non contengono nemmeno un briciolino di grassi animali, parliamo infatti di una ricetta completamente vegana. Se volete fare i golosoni potete sostituire i mirtilli rossi con delle gocce di cioccolato, ma vi garantisco che anche così non sono niente male. Una volta pronti e raffreddati li potete conservare per diversi giorni in una scatola di latta.

Biscotti integrali ai mirtilli  rossi
Ingredienti per circa 30 biscotti:
  • 250 gr di farina di farro integrale
  • 150 gr di latte di riso (o di mandorla)
  • 70 gr di miele
  • 30 gr di olio di semi
  • 30 gr di mirtilli rossi essicati
  • 1 bustina di vanillina (usate 1 bacca di vaniglia se la avete, io non l’ho trovata al supermercato)
  • 1 pizzico di sale
Preparazione

Mettete tutti gli ingredienti in una ciotola tranne il latte, mescolateli bene fino ad ottenere un composto sabbioso. Iniziate ad aggiungere un po’ alla volta il latte, fino ad ottenere un impasto omogeneo (se necessario non usate tutto il latte). Stendete la frolla tra due fogli di carta da forno con uno spessore di mezzo centimetro, poi mettetela in frigorifero per 30 minuti.

Tiratela fuori, ricavate i biscotti e disponeteli su una placca rivestita di carta da forno. Infornate a 180 gradi per 20 minuti. Sfornate, lasciate raffreddare e gustate insieme ad una buona tisana.

Buoni biscotti integrali ai mirtilli rossi!

Biscotti integrali ai mirtilli rossi
Read more

Crema di lattuga e patate

Ci siamo ragazzi, è ufficialmente giunto il momento di rimettersi in forma. Non sono mai stata un’agguerrita sostenitrice della dieta sana e bilanciata, conoscete tutti la mia passione per il burro, ma quando è troppo è troppo. Mi si è formato un sofficiosissimo salvaganete naturale, 100% biologico, perfetto per restare a galla in estate, ma decisamente poco adatto all’immagine riflessa nello specchio. Per cui eccomi qua, alla disperata ricerca di ricette sane e leggere ma che abbiano gusto e sapore, che mi facciano addirittura venire voglia di fare il bis. La crema di lattuga e patate rientra a sopresa in questa categoria. Mi sono sempre piaciute le creme di verdure, ma non pensavo che quella a base di insalata sarebbe stata un granchè, per fortuna mi sbagliavo. La prepararazione è veramente semplicissima, se volete dare ancora più sapore potete aggiungere un po’ di parmigiano grattugiato, ma io ho preferito mantenere questo piatto totalmente vegano. Devo dire che non ho sentito la mancanza del formaggio, mi sono limitata ad aggiungere qualche crostino di pane. In questa versione ho utilizzato il latte di riso, ma vi assicuro che il risultato è da leccarsi i baffi anche senza.

Crema di lattuga e patate
Ingredienti per 4 persone:
  • 1 cespo di lattuga
  • 300 gr di patate
  • 1 cipolla
  • 1 spicchio d’aglio
  • 30 ml di latte di riso
  • 1/2 litro di brodo vegetale
  • erba cipollina
  • olio evo
  • sale
Preparazione

Lavate l’insalata, pulitela e tagliatela a pezzetti. Pelate le patate e tagliatele a cubetti.

Fate soffriggere la cipolla pulita e tritata in una padella con 3 cucchiai di olio e l’aglio spellato. Quando sarà dorata eliminate l’aglio ed aggiungete le patate, lasciandole insaporire per un paio di minuti. Unite poi la lattuga, salate, e coprite col brodo caldo.

Cucinate a fuoco moderato col coperchio per 20-30 minuti. A cottura ultimata aggiungete il latte, poi riducete in crema usando il frullatore ad immersione. Servite con una spolverata di erba cipolinna tritata e qualche crostino di pane.

Buona crema di lattuga e patate!

Crema di lattuga e patate
Read more

Crema di piselli e menta

Non so se voi abbiate avuto il coraggio di salire sulla bilancia ultimamente, io l’ho fatto e penso che se ne siano accorti anche in Australia, perchè ho emesso un urlo così acuto che sicuramente è arrivato anche lì. Ritengo quindi che sia giunto il momento di depurarsi un momento, almeno fino al cenone dell’ultimo dell’anno. Sto anche maturando l’idea di andare a correre, nonostante questo vada contro la mia più grande religione: la sedentarietà. Prima di provare il brivido dell’esercizio fisico ho pensato di concentrarmi sull’ alimentazione e la crema di piselli è menta è quello che ci vuole: un piatto vegano ma ricco di sapore, facilissimo da preparare. Se volete potete aggiungere qualche crostino di pane o una bella spolverata di parmigiano grattugiato, io ho evitato perchè qua la sistuazione mi sta sfuggendo di mano e preferisco restare super leggera.

Crema di piselli e menta
Ingredienti per 2 persone:
  • 400 gr di pisellini surgelati
  • 1 carota
  • 1 costa di sedano
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1/2 cipolla
  • 800 ml di brodo di verdure
  • menta
  • olio evo
  • sale
Preparazione

Tritate finemente la carota, il sedano e la cipolla, quindi mettetele a rosolare in una padella con 2/3 cucchiai d’olio e lo spicchio d’aglio spellato. Dopo un paio di minuti eliminate l’aglio, aggiungete i piselli e fate insaporire per 3/4 minuti, poi salate e coprite col brodo bollente. Lasciate sobbollire per 20 minuti, quindi riducete in crema col frullatore ad immersione. Servite subito.

Buona crema di piselli e menta!

Crema di piselli e menta
Read more

Spaghetti con salsa alle noci

Cosa mangiano a Natale i vegani? No perchè, mentre io mi strafogo di proteine animali sotto forma di tortellini/tacchinoripieno/zampone, loro che piatti preparano per festeggiare? Poi magari voi siete tutti vegani e state per mandarmi una lettera minatoria per la stupidità delle mie affermazioni, probabilmente fareste bene. Resta il fatto che nella mia testa arretrata si susseguono immagini di tavole imbandite con sopra creme di verdure e tofu, ed il mio amore per il Natale non mi permette di lasciare che si festeggi così. Con dell’insalata. Da qui l’idea di pensare a qualche piatto vegano e/o vegetariano molto saporito, che piaccia anche a noi amanti della carne e che permetta di rispettare le festività in modo consono. Sono fissata, lo so. Ecco a voi quindi gli spaghetti con salsa alle noci.

Stiamo parlando di un piatto con pochissimi ingredienti ma con un gran sapore. Si prepara in 10 minuti, per cui rientra anche nella categoria delle ricette che vi permettono di non perdere la giornata in cucina. Se volete ottimizzare ancora di più i tempi potete prepare la salsa anche il giorno prima ed allungarla con un mestolo di acqua di cottura della pasta al momento di servirla.

In sintesi, gli spaghetti con salsa alle noci sono: facili e veloci da prepare, vegani, sanissimi e super gustosi. C’è bisogno di aggiungere altro? La ricetta in effetti.

Spaghetti con salsa alle noci
Ingredienti per 4 persone:
  • 400 gr di spaghetti
  • 200 gr di latte vegetale (vaccino per la versione non vegana)
  • 140 gr di gherigli di noce
  • 100 gr di mollica di pane
  • 18 gr di salvia
  • sale
  • pepe
Preparazione

Ammollate la mollica nel latte, quindi frullatela insieme ai gherigli di noce, la salvia ed un mestolo d’acqua. Salate e pepate.

Cucinate gli spaghetti in abbondante acqua bollente salata, scolateli e conditeli con la salsa (se dovesse risultare troppo densa allungatela prima con un po’ di acqua di cottura della pasta). Se non siete vegani spolverizzate con parmigiano grattugiato, ma anche senza il risultato è da leccarsi i baffi. Servite subito.

Buoni festeggiamenti vegani!

Spaghetti con salsa alle noci
Spaghetti con salsa alle noci
Read more

Crema di patate, finocchi e porri

L’autunno non sancisce solo l’inizio dell’abuso di torte di mele e di tisane ed infusi, ma è la stagione delle creme di verdura. In realtà sarebbe anche la stagione delle zuppe e dei minestroni ma proprio non mi piacciono, tutti quei pezzettoni mi ricordano quando ero piccola e mi obbligavano a mangiare le verdure, per cui frullo tutto e sono felice così.

Comincio quindi questo lungo periodo di sfruttamente del frullatore con una crema di patate, finocchi e porri che vi conquisterà per la sua consistenza, per l’appunto, cremosa. La preparazione è semplicissima e fa parte di quei piatti che potete preparare in abbondanza e congelare, quindi è perfetto per chi non ha voglia o tempo di pensare a qualcosa di diverso ogni giorno. Un primo piatto vegano ma decisamente saporito, per scaldarsi in queste giornate di inizio autunno.

Crema di patate, finocchi e porri

Ingredienti per 4 persone:

  • 2 patate (io ho usato patate rosse, ma quelle gialle vanno bene lo stesso)
  • 2 porri
  • 2 finocchi
  • 4 cucchiai d’olio evo
  • brodo vegetale
  • erba cipollina
  • sale

Preparazione

Lavate e pulite le verdure, tagliatele a pezzetti e metteteli in una padella con l’olio. Coprite e lasciate cuocere a fuoco medio per 15 minuti, quindi aggiungete un paio di mestoli di brodo caldo, salate e proseguite la cottura per altri 10/15 minuti.

Frullate bene col frullatore ad immersione e servite calda con un po’ di erba cipollina e volendo qualche crostino.

Buona cremosità!

Crema di patate, finocchi e porri
Read more

Salsa acidula di patate

Non so se lo avete capito ma vado matta per le salse. Tutto quello che nel piatto fa “potaccio” (termine tecnico) e può essere raccolto facendo scarpetta è per me qualcosa di sublime, incantevole, supermegawow. Continua quindi la mia ricerca di salse/salsine/salsette che siano un po’ diverse dalla solita maionese o simili; oggi quindi abbiamo una crema acidula di patate perfetta per sostituire il classico purè. Se non siete amanti dell’aceto lasciate perdere, non mi offendo, perchè sebbene nella preparazione ce ne vada messo poco, si sente. Io ne sono una grande fan quindi il mio voto è 10. Potete abbinarla a carne o pesce, si prepara con facilità e si tratta di una ricetta completamente vegana.

Salsa acidula di patate

Ingredienti per 4 persone:

  • 200 gr di patate
  • 1 scalogno
  • mezzo spicchio d’aglio
  • mezzo bicchiere di vino bianco
  • 1 cucchiaio di aceto di vino bianco
  • rosmarino
  • olio evo
  • sale

Preparazione

Pelate le patate e tagliatele a fettine sottili.

Tritate lo scalogno e l’aglio e metteteli ad appassire in una padella con 2 cucchiai d’olio, il vino ed un po’ di rosmarino.

Quando il vino sarà quasi compleatmente evaporato aggiungete le patate e l’aceto, versate acqua fino a coprire le patate, salate, mettete il coperchio e lasciate cucinare per 35/40 minuti.

Togliete dal fuoco, frullate utilizzando il frullatore ad immersione e servite per accompagnare carne o pesce.

Buona scarpetta!

Salsa acidula di patate

Read more

Cous cous con verdure al forno

Il cous cous è uno di quegli alimenti che amo ma di cui, non so per quale motivo, mi dimentico l’esistenza. Qualche tempo fa l’ho visto con la coda dell’occhio al supermercato ed ho pensato “ecco di cosa avevo voglia da mesi senza rendermene conto” così l’ho messo subito nel carrello e me lo sono portato a casa. Per prepararlo ho pensato a delle verdure, ma stavolta cotte al forno perchè con l’avvicinarsi dell’autunno inizio a riufiutare le cose fredde e crude. Abbiamo quindi un primo piatto vegano molto semplice da preparare, la rottura maggiore consiste nel pulire le verdure. Mi piacerebbe potervi dire che si tratta di una ricetta adatta ai bambini ma il mio piccolo tiranno ha simulato i conati di vomito alla seconda forchettata. Forse ci sono troppe verdure per i cuccioli di uomo.

Cous cous con verdure al forno

Ingredienti per 4 persone:

  • 300 gr di cous cous
  • 10 pomodorini ciliegino
  • 3 patate
  • 2 peperoni rossi
  • 2 zucchine
  • 1 cipolla rossa di Tropea
  • 1 melanzana
  • origano
  • olio evo
  • sale

Preparazione

Lavate tutte le verdure, taglietele a pezzetti di dimensione simile e disponetele insieme su una placca rivestita di carta da forno. Irroratele con olio evo, mescolatele bene e cucinatele in forno statico preriscaldato a 200 gradi per circa 40 minuti, dovranno essere morbide. Sfornate e salate.

Preparate il cous cous seguendo le indicazioni sulla confezione, quindi unitelo alle verdure aggiungendo un po’ di origano tritato ed un filo d’olio. Servite.

Buon cous cous!

Cous cous con verdure al forno
Read more

Insalata croccante di quinoa

Avevo promesso che non avrei ceduto alle lusinghe della quinoa, ma non si può dire che non ci piace qualcosa se non la proviamo giusto? Ed ero sicura, anzi sicurissima, che un alimento così sano e leggero non sarebbe stato di mio gusto. Devo ammettere invece che mi è piaciuto, pure parecchio, ed incredibilmente anche Gu se ne è mangiato un piatto intero (ovviamente a lui era stato detto che si trattava di “pasta piccola dei puffi”). Questa insalata di quinoa croccante è vegana, senza glutine, crudista e terribilmente sana, ma vi assicuro che il sapore non manca. Se volete dare un po’ più di corpo al tutto potete sostituire la quinoa con quello che preferite: riso, pasta, bulgur o anche fregola andranno benissimo ugualmente.

Non preoccupatevi, per controbilanciare le scelte alimentari fin troppo leggere dell’ultimo periodo oggi ho fritto un numero spropositato di polpette di pesce. In un oceano di olio bollente. Sono sempre io.

Insalata croccante di quinoa

Ingredienti per 4 persone:

  • 150 gr di quinoa
  • 4 pomodori ramati
  • 2 carote
  • 1 cipolla rossa di Tropea
  • 1 cetriolo
  • il succo di mezzo lime
  • menta
  • prezzemolo
  • olio evo
  • sale

Preparazione

Versate la quinoa in un colino e sciacquatela abbondantemente sotto l’acqua fredda (fatelo bene altrimenti risulterà amara). Cucinatela quindi in 400 ml di acqua bollente salata per almeno 10 minuti, a fuoco basso e col coperchio. Quando sarà trasparente e dai grani vedrete un germoglio sarà pronta. Scolatela, versatela in una ciotola, condite con un filo d’olio, mescolate e lasciatela lì a raffreddare.

Pelate tutte le verdure, eliminate i semi dal cetriolo e dai pomodori e riducete tutto a dadini piccoli.

Mettete nella stessa ciotola la quinoa fredda, le verdure, il prezzemolo e la menta tritati, il succo di lime, un filo d’olio e mescolate bene. Regolate di sale se necessario e riponete in frigorifero per almeno un’ora prima di servirla.

Buona leggerezza!

Insalata croccante di quinoa
Read more

Crocchette di patate e verdure (sono vegane lo ammetto)

Giuro che non sto diventando vegana ma sto solo cercando di mangiare sano quando capita. La cosa che mi sorprende è che ultimamente i piatti che provo sono veramente gustosi nonostante non contengano nulla di burroso o grasso. Per esempio queste crocchette di patate sono super saporite e la cosa sconvolgente è che Gu, il mio severissimo giudice di tre anni scarsi che se vede un pezzo di carota fa lo sciopero della fame per una settimana, ne va letteralmente pazzo. Potete gustarle da sole oppure accompagnarle con qualche salsa e potete variare il ripieno con la verdura che preferite. Si cucinano in forno e nonostante non siano fritte risultano croccantissime. In sintesi: non ci sono uova, non ci sono latticini, non c’è nulla che normalmente e singolarmente mi invoglierebbe, ma il sapore c’è eccome.

Ah dimenticavo: potete cucinarne una vagonata e congelare quelle in esubero, io visto il successo ne ho una scorta nel freezer.

Crocchette veg di patate e verdure

Ingredienti per 15-17 crocchette:

  • 2 patate grandi a pasta gialla
  • 1 carota
  • 1 zucchina
  • 1 porro
  • pangrattato
  • olio evo
  • sale

Preparazione

Lessate le patate, fatele raffreddare, sbucchiatele e schiacciatele bene con una forchetta.

Lavate e tagliate le verdure a pezzetti e fatele saltare in padella con un filo d’olio; dovranno restare abbastanza croccanti. Regolate di sale.

Aggiungete le verdure alle patate e amalgamate bene. Formate le crocchette con le mani e passatele nel pangrattato, quindi disponetele su una placca rivestita di carta da forno.

Spennellate le crocchette di olio, poi cucinatele in forno ventilato preriscaldato a 200 gradi per circa 20 minuti girandole a metà cottura. Dovranno essere belle dorate.

Sfornate; potete gustarle calde o a temperatura ambiente.

Buona sorpresa saporita!

Crocchette veg di patate e verdure
Read more

Ciambella veg al cacao e mandorle

Non vi spaventate non mi sono convertita al veganismo, ma dopo la super torta dell’ultima volta (se ve la siete persa la ritrovate qui) mi era avanzato del latte di mandorla così ho deciso di sperimentare un altro po’. Anche questa volta il risultato mi ha piacevolmente colpito: la super morbidezza e la cioccolosità sono veramente irresistibili. Devo ammettere che tutti questi riscontri positivi all’assenza di proteine animali mi stanno ammaliando; al supermercato vedo la quinoa che mi fa l’occhiolino ed il seitan mi guarda con fare seducente, ma non intendo cedere a tali avances. Quello che posso dire è che sicuramente quando potrò cercherò di evitare di usare il mio solito panetto da 250 gr di burro.

Ma torniamo alla ciambella: come farina ho utilizzato quella di farro ma andrà benissimo anche una normale 00 o una farina integrale. La preparazione è super facile ed il risultato è una torta perfetta per la colazione o la merenda, buonissima anche abbinata allo yogurt.

Ciambella veg con cacao e mandorle

Ingredienti:

  • 230 gr di latte di mandorla
  • 200 gr di farina di farro
  • 160 gr di zucchero di canna grezzo
  • 80 gr di olio di semi di arachide
  • 40 gr di cacao amaro in polvere
  • 10 gr di lievito per dolci
  • 3 cucchiai di mandorle in scaglie
  • 1 bustina di vanillina
  • 1 pizzico di sale

Preparazione

Mettete il latte in una ciotola, aggiungete lo zucchero e mescolate bene fino al suo scioglimento. Unite anche l’olio e mescolate ancora.

Aggiungete la farina, il cacao, il lievito, il sale, la vanillina, 2 cucchiai di mandorle ed amalgamate bene.

Versate il composto in uno stampo oliato, cospargete con le restanti mandorle e cucinate in forno statico preriscaldato a 180 gradi per circa 30 minuti.

Sfornate, lasciate raffreddare quindi trasferite su un piatto o un’alzatina. Servite per colazione o merenda.

Buon cacao!

Ciambella veg con cacao e mandorle
Read more