Polpette al latte

Forse avrete capito che il piccolo Gu ha i gusti difficili, e non sto parlando solo di riuscire a fargli ingerire qualsiasi di tipo di verdura, ma anche con la carne la faccenda è complicata. Uno dei pochi modi per convincerlo a mangiarla è quello di fare polpette, ma non è che gli possa preparare ogni giorno le polpette al sugo, per cui sto cercando di inventarmi tutte le varianti possibili. In questo caso ho optato per delle polpette al latte che, nonostante inizialmente siano state guardate con molto sospetto, poi sono state molto apprezzate. Le potete accompagnare con quello che preferite, io mi sono buttata sulla polenta per stare sul sicuro.

La preparazione è molto semplice e vi consiglio di prepararne molte in modo da congelare quelle in eccesso ed averne sempre di pronte per i momenti di necessità. Se i vostri piccoli uomini sono meno capricciosi del mio potete anche osare ed aggiungere qualche verdurina all’impasto, io non me la sono sentita di rischiare.

Polpette al latte
Ingredienti per 28 polpette:
  • 500 gr di carne macinata (metà suino e metà manzo)
  • 500 ml di latte
  • 250 gr di patate già lessate
  • 50 gr di parmigiano grattugiato
  • 2 uova
  • prezzemolo
  • farina
  • olio evo
  • sale
  • pepe
Preparazione

Schiacciate bene le patate e mettetele in una ciotola. Unite la carne, il parmigiano, le uova, una spolverata di prezzemolo tritato, sale e pepe. Amalgamate bene il composto e lasciatelo riposare per un’ora in frigorifero. Tirate fuori l’impasto, con le mani create le vostre polpette, quindi passatele nella farina.

Versate un filo d’olio in una padella, fate scaldare e mettetevi le polpette, rigirandole in modo che si rosolino bene da tutti i lati. Aggiungete il latte, abbassate la fiamma e fate cucinare per 15 minuti, regolando di sale e pepe se necessario. Quando si sarà formata una salsina densa e le polpette saranno cotte spegnete il fuoco e servite.

Buone polpette al latte!

Polpette al latte
Read more

Pasta al forno con broccoli e pancetta

Chiunque abbia un bambino/nipote/cucciolodiumano nei paraggi sa che far mangiare la verdura può essere arduo. Nel mio caso la faccenda si complica: innanzitutto nonostante Gu stia per raggiungere il traguardo dei tre anni non ne vuole ancora sapere di mangiare dei pezzetti più grandi di qualche millimetro. Inoltre ho imparato da un po’ che qualsiasi vegetale diventa subito disgustoso se viene chiamato col proprio nome, anche se non è mai stato assaggiato; posso coprire una zucchina di besciamella ma se dico “zucchina” è altamente probabile che il piatto verrà gentilmente allontanato.

Questo mix di difficoltà mi ha portato ad una semplice conclusione: frullare tutto e chiamare ogni cosa “pesto”. Pesto verde, pesto viola, pesto speciale, pesto caldo. Risultato assicurato nel 90% dei casi.

Ecco quindi a voi una pasta al forno con “pesto” di broccoli e pancetta che farà impazzire di gioia grandi e piccini.

Ingredienti per 4 persone:

  • 1 mazzo di broccoli (circa 500 gr)
  • 200 gr di pancetta a cubetti
  • mezzo litro di besciamella (già pronta)
  • 300 gr di mezze penne
  • sale

Preparazione

Lessate i broccoletti in abbondante acqua bollente, scolateli bene e lasciateli raffreddare.

Fate soffriggere la pancetta in una padella antiaderente e mettete da parte.

Togliete il gambo ai broccoli, frullateli insieme alla besciamella, qualche cucchiaio di parmigiano grattugiato e salate. Amalgamate anche la pancetta.

Cucinate la pasta in abbondante acqua bollente salata, scolatela qualche minuto prima del termine della cottura, nel mio caso l’ho scolata dopo 8 minuti invece di 12.

Incorporate il condimento alla pasta e versate il tutto in una pirofila, coprite con una spolverata di parmigiano grattugiato e cucinate in forno ventilato preriscaldato a 200 gradi per 15/20 minuti, il tempo necessario perché si crei la crosticina.

Sfornate e servite.

Buon pesto verde.

Read more