Panini ai semi di papavero

Fino a qualche tempo fa ero terrorizzata dal lievito di birra. Facevo incubi terribili in cui i miei impasti non lievitavano o, al contrario, crescevano così tanto da esplodere nel forno (so di avere dei problemi, tranquilli). Poi però è arrivata la quarantena, così, ispirata dal restante 99% degli italiani che si sono dedicati quotidianamente all’arte della panificazione, ho acquistato i miei primi panetti di lievito di birra. Per qualche giorno mi sono limitata ad aprire il frigo, guardarli con un misto di curiosità ed ansia, chiudere il frigo. Quando però la data di scadenza si stava avvicinando non ho avuto scelta ed ho affrontato il mio primo dolce lievitato, la Babka (se te lo sei perso la ricetta è qui), e mi sono innamorata. Vedere l’impasto che cresce, sofficioso e morbido è una delle cose che più mi danno soddisfazione in cucina.

Siccome ho ancora dei forti attacchi di nostalgia verso la montagna, ho deciso di preparare dei panini coi semi di papavero veramente morbidissimi. La ricetta è semplice, non hanno bisogno di molta lievitazione e vi consiglio vivamente di farcirli con formaggio spalmabile e speck quando sono ancora tiepidi. Non crederete alle vostre papille gustative.

Panini ai semi di papavero

Ingredienti per 2 panini:

  • 225 gr di farina 0
  • 15 gr di lievito di birra fresco
  • 1 uovo
  • 1 cucchiaio abbondante di olio evo
  • 1/2 cucchiaino di zucchero
  • semi di papavero
  • sale

Preparazione

Mettete la farina in una ciotola, formate una fontana e versatevi al centro il lievito sciolto in poca acqua tipida con lo zucchero. Aggiungete il sale e l’olio, iniziate ad impastare ed unite poco alla volta acqua fino ad ottenere un composto morbido ed omogeneo. Spennellatelo con olio e lasciatelo lievitare per 15 minuti coperto.

Riprendete il composto, lavoratelo brevemente e dividetelo in 2 parti uguali, create i panini, spennellateli con l’uovo sbattuto e decorateli coi semi di papavero.

Disponeteli su una placca rivestita di carta da forno, praticatevi un’incisione a croce e lasciateli lievitare altri 10 minuti.

Cucinateli in forno statico preriscaldato a 180 gradi per 40-50 minuti.

Servite ancora tiepidi e farciteli con affettati e formaggi.

Buoni sapori montanari!

Panini ai semi di papavero
Read more

Panini al latte

Questi panini al latte sono stati un esperimento decisamente riuscito: soffici e gustosi sono perfetti per essere farciti sia con affettati che con marmellate o creme spalmabili. La preparazione è semplice, è solo un po’ lunga a causa dei tempi di lievitazione. Con le dosi indicate me ne sono venuti 14; una volta raffreddati potete conservali in un sacchetto per un paio di giorni oppure li potete congelare.

Panini al latte

Ingredienti:

  • 500 gr di farina 00
  • 250 gr di latte
  • 50 gr di olio
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 1 uovo
  • 1 cubetto di lievito di birra
  • sale

Preparazione

Mettete la farina setacciata col sale a fontana su una spianatoia; sbriciolate il lievito, mescolatevi lo zucchero e mettetelo al centro della fontana.

In un piatto sbattete l’uovo insieme al latte tiepido e all’olio, versate tutto al centro della fontana e con una forchetta amalgamate al composto il lievito e poi man mano impastate con la farina fino ad avere un composto liscio.

Formate un panetto, mettetelo in una ciotola coperto con la pellicola e lasciate lievitare 2 ore.

Staccate poi dei pezzetti di da circa 30 gr, formate delle palline e disponetele su una teglia rivestita di carta da forno. Lasciatele lievitare altri 30 minuti, spennellate con un po’ di latte, poi cucinate in forno statico preriscaldato a 200 gradi per 10-15 minuti.

Sfornate, lasciate intiepidire e servite.

Buoni panini!

Panini al latte
Read more