Bocconcini di tacchino al succo di mela

Vi informo che è questione di giorni prima che io inizi a tartassarvi con ricette natalizie, per cui questa è una delle ultime occasioni in cui vedrete un piatto sano. I bocconcini di tacchino al succo di mela sono veramente deliziosi, sono super croccanti e si preparano in pochissimo tempo (sono pronti in 10 minuti). Anche i più inesperti possono cimentarsi nella realizzazione di questo piatto, vi assicuro che è una passeggiata.

Ammetto che inizialmente l’abbinamento mela/tacchino mi aveva lasciato qualche dubbio, di solito la mela sta benone col maiale, ma credetemi, resterete stupiti dal risultato. Vi dico solo che le dosi indicate sono per 4 persone, ma a me è piaciuto così tanto che da sola ne ho mangiato 3 quarti. Mi sento di dire che rientra in quella categoria di piatti che il giorno dopo sono ancora più buoni, probabilmente perchè la carne ha il tempo di assorbire ancor di più il succo di mela. In caso, se restando in frigorifero si fosse asciugata troppo potete sfumarla nuovamente con altro succo o semplicemente con un po’ d’acqua. Fidatevi di me: provate assolutamente i bocconcini di tacchino al succo di mela, non ve ne pentirete.

Bocconcini di tacchino al succo di mela
Ingredienti per 4 persone:
  • 500 gr di petto di tacchino
  • 80 gr di mandorle tritate
  • 2 cucchiai di farina integrale (anche 00 andrà benissimo)
  • 1 bicchiere di succo di mela
  • olio evo
  • sale
  • pepe
Preparazione

Tagliate il tacchino a pezzetti e metteteli in una ciotola con le mandorle e la farina. Mescolate bene con le mani in modo che la carne sia tutta ricoperta.

Rosolate i bocconcini in una padella con un filo’ d’olio per circa 5 minuti, quinidi sfumate col succo di mela e proseguite la cottura per altri 4-5 minuti. Regolate di sale e di pepe e servite ben caldo.

Buona carne aromatica!

Bocconcini di tacchino al succo di mela

Crema di verze e patate

Le creme di verdure fanno parte delle mie piccole dipendenze culinarie stagionali, l’importante è che siano ben frullate, se trovo anche solo un pezzetto smetto di mangiare. In effetti mi rendo conto di avere la stessa maturità alimentare di un bambino di 3 anni, ma è così, ognuno ha le sue fisse. Oggi quindi vi propongo una crema di verze e patate dai sapori decisamente invernali. Vi consiglio di assaporarla in una fredda giornata piovosa, magari con dentro qualche crostino; vi assicuro che vi scalderà dalla testa ai piedi. La preparazione è molto semplice (alla fine si mette tutto in pentola e si frulla) e vi suggerisco di provarla anche se normalmente non amate le verze. Come me. Io in effetti di solito le detesto, ma all’interno di questo piatto hanno un sapore così delicato che le rendono veramente ottime anche per i palati più difficili.

Suggerimento: se sostituite il burro con l’olio o con la margarina vegetale avrete un piatto completamente vegano ed ancora più sano e leggero. Come sapete io difficilmente rinuncio al burro, ma in questo caso penso che il risultato sarebbe comunque ottimo.

Crema di verze e patate
Ingredienti per 4 persone:
  • 500 gr di verza
  • 400 gr di patate
  • 1 noce di burro
  • brodo vegetale
  • salvia
  • 1 spicchio d’aglio
  • sale
  • pepe
Preparazione

Sbucciate le patate e tagliatele a pezzi.

Lavate e pulite la verza, quindi tagliatela non troppo finemente.

Rosolate in una casseruola l’aglio col burro e qualche foglia di salvia per qualche minuto, poi eliminate l’aglio, unite le patate e le verze e fate rosolare per 3-4 minuti. Coprite con brodo vegetale caldo, abbassate la fiamma e lasciate cucinare per circa mezz’ora col coperchio.

Frullate col frullatore ad immersione, regolate di sale e di pepe, quindi servite. I crostini ci stanno che è una meraviglia.

Buona crema di verze e patate!

Crema di verze e patate
Read more