Budino alla vaniglia

L’altro giorno non sapevo cosa dare per merenda a Gu, così, mentre pensavo a cosa inventarmi, mi sono ricordata che erano passati secoli dall’ultima volta in cui avevo mangiato un budino alla vaniglia. Sacrilegio. Ho controllato di avere tutti gli ingredienti e via, ci siamo messi subito all’opera. Gu ovviamente si è divertito moltissmo a mescolare mescolare mescolare e ancora mescolare, ed ha apprezzato moltissimo il risultato. Alla fine il budino alla vaniglia è una garanzia: ci vogliono pochissimi ingredienti, si prepara in un lampo e alla fine piace a tutti. Ecco, magari non è il caso di prepararlo proprio all’ultimo minuto, perchè ha bisogno di raffreddarsi bene per almeno un’oretta, ma se ci si pensa in tempo il gioco è fatto. La versione alla vaniglia è quella super classica, in alternativa potete insaporire il vostro budino col cacao o anche, ma questo vale solo per gli adulti, con un goccio di grappa. Vi assicuro che il risultato sarà pazzesco!

Budino alla vaniglia
Ingredienti per 4 persone:
  • 1/2 litro di latte
  • 4 cucchiai di zucchero
  • 2 tuorli
  • 2 cucchiai rasi di farina
  • 1 stecca di vaniglia
Preparazione

Sbattete bene le uova con lo zucchero fino ad ottenere una spuma chiara, aggiungete la farina, poi unite a filo il latte. Infine incidete per il verso della lunghezza la bacca di vaniglia, prelevate i semi con la punta del coltello ed uniteli al resto degli ingredienti.

Mettete il composto in un pentolino e fate cuocere a fiamma bassa per 10 minuti senza smettere di mescolare. Quando si sarà addensato versate in delle ciotoline, fate raffreddare in frigorifero per almeno un’ora prima di servire. Se volete potete anche versare il vostro budino in degli stampini antiaderenti o in silicone, per poi sformarlo su un piattino. Io preferisco la versione nelle ciotoline, ma solo perchè mi ricorda di quando ero piccola.

Buon budino alla vaniglia!

Budino alla vaniglia
Read more

Panini ai fichi secchi

Da quando ho iniziato a sperimentare col lievito di birra non mi ferma più nessuno. I panini coi fichi secchi sono perfetti per la merenda, io li farcisco con marmellata di albicocche e li porto a Gu quando lo vado a prendere a scuola e lui apprezza moltissimo. Sono molto energetici, facili da preparare e non richiedono una lunga lievitazione. Una volta sfornati manterrano un colore abbastanza chiaro, tanto da domandarvi se siano cotti: la risposta è sì, sono cotti. Se volete un effetto super goloso e calorico, che ostruisca bene le arterie ma che dia gioia infinita, oltre alla marmellata potete aggiungere il burro. Libidine.

Panini ai fichi secchi
Ingredienti:
  • 500 gr di farina 00
  • 130 gr di fichi secchi
  • 20 gr di lievito di birra fresco
  • sale
Preparazione

Fate sciogliere il lievito in un po’ di acqua tiepida quindi mescolatelo con la farina, un pizzico di sale ed i fichi secchi sminuzzati. Impastate aggiungendo man mano l’acqua necessaria.

Una volta ottenuto un panetto omogeneo, copritelo con un telo e lasciatelo lievitare per circa 20 minuti. Lavoratelo nuovamente per un paio di minuti, poi dividetelo in 3 o 4 panetti, dandogli una forma tonda o ovale. Lasciate lievitare altri 10-15 minuti.

Cucinate in forno statico preriscaldato a 180 gradi per circa 20 minuti. Sfornate, fate intiepidire ed abbuffatevi.

Buona super merenda!

Panini ai fichi secchi
Read more