Chiocciola di brioche alle mele

Forse non sono stata molto chiara nel comunicarlo me secondo il mio personalissimo calendario ormai praticamente è Natale, quindi bisogna mettersi d’impegno e buttarsi sui dolci lievitati che contribuiscono a creare la giusta atmosfera. Se poi ci aggiungiamo le mele beh, chevvelodicoafare (licenza poetica), sento già le campanelle delle renne che si avvicinano.

La preparazione di questa chiocciola di brioche alle mele è veloce? No. Possono prepararla anche i bambini? Mi dispiace no, non parliamo di una di quelle ricette che tanto amo in cui si infila tutto in una ciotola e si mischia. Ci vuole un po’ di impegno, non ecccessivo, ma un pochino. Quello che vi garantisco però è che poi non vedrete l’ora di fare colazione per poter affondare la faccia nella sua morbidezza.

Prima di inziare ci tengo a dire che con questo piatto si apre ufficialmente la rubrica “Gu approved”, che racchiude tutte le ricette apprezzate dal giudice di Masterchef più severo, il mio bimbo Guglielmo di 3 anni e mezzo. Potrete vedere nelle foto dei piatti una piccola coccarda che sancirà il superamento dell’esame di cucina e saprete che se è piaciuto a lui, sicuramente piacerà agli altri bambini. Se volete potete andare su Instagram e seguire #Guapproved per essere sicuri di non perdervi nemmeno un piatto. Ok ho finito, ecco la ricetta.

Ingredienti per l’impasto:

  • 250 gr di farina 00
  • 250 gr di farina Manitoba
  • 250 gr di latte (più un po’ per spennellare alla fine)
  • 60 gr di burro
  • 25 gr di lievito di birra fresco
  • 3 tuorli
  • 5 cucchiai di zucchero
  • sale

Ingredienti per la farcia:

  • 100 gr di zucchero
  • 30 gr di farina 00
  • 4 tuorli
  • mezzo litro di latte
  • 1 bacca di vaniglia
  • 100 gr di uvetta
  • 50 gr di pinoli
  • 1 mela a fettine

Preparazione

Sciogliete il lievito in parte dei 250 gr di latte tiepido.

Lavorate insieme la farina, il lievito sciolto, il latte rimasto, il burro morbido, lo zucchero, i tuorli ed un pizzico di sale. Impastate bene fino ad ottenere un panetto morbido, quindi mettetelo a lievitare in una ciotola coperta con la pellicola per 2 ore.

Nel frattempo preparate la crema pasticcera. Mettete in un pentolino il latte insieme ai semi della bacca di vaniglia e portate a bollore. Mettete in una casseruola i tuorli e lo zucchero, quindi mescolate bene. Aggiungete senza smettere di mescolare la farina e quando sarà ben amalgamata versate lentamente e sempre mescolando il latte bollente. Mettete sul fuoco e continuate a mescolare facendo sobbollire per 3-4 minuti. Anche se vi sembrerà leggermente liquida toglietela dal fuoco, si addenserà ulteriormente raffreddandosi. Versatela in una ciotola e lasciatela intiepidire.

Mettete a mollo l’uvetta in acqua tiepida.

Riprendete l’impasto e stendetelo formando un quadrato grande. Cospargete la superficie con la crema pasticcera, l’uvetta strizzata, i pinoli e la mela tagliata a fettine, quindi arrotolate la pasta su se stessa. Avvolgetela formando una chiocciola ed adagiatela su una placca rivestita di carta da forno. Lasciatela lievitare altri 45 minuti, quindi spennellatela con un po’ di latte e fate qualche incisione trasversale non troppo profonda.

Cucinate in forno statico preriscaldato a 180 gradi per 45 minuti.

Buon Natale!

Ps per farcirla ho usato circa 300 gr di crema pasticcera, quindi ve ne avanzerà un po’.

Read more

Babka

La Babka è un dolce tipico polacco che avevo in mente di provare a fare da un bel po’ di tempo; questa quarantena è stata l’occasione giusta. Si tratta di un lievitato ricco di cioccolato fondente, perfetto per fare bella figura con gli amici. La preparazione non è complessa ma è lunga a causa dei tempi di lievitazione; essendo il mio primo tentativo lo ritengo un successo ma penso che ci possano essere dei miglioramenti. Innanzitutto per la farcitura ho utilizzato lo zucchero semolato, col senno di poi vi consiglio di usare lo zucchero a velo perchè si scioglie meglio. Per quanto riguarda la cottura io l’ho fatta cuocere a 180 gradi per 40 minuti, è venuta bene ma forse era lievemente indietro al centro e se avessi allungato i tempi si sarebbe bruciata fuori; consiglio di provare a 170 gradi la prossima volta.

Dopo tutte queste premesse… si comincia!

Ingredienti per l’impasto:

  • 250 gr di farina 00
  • 250 gr di farina Manitoba
  • 1 cubetto di lievito di birra fresco
  • 90 gr di zucchero
  • 2 uova intere + 1 tuorlo
  • un pizzico di sale
  • 120 gr di acqua tiepida
  • la scorza grattugiata di un limone
  • 140 gr di burro

Ingredienti per la farcitura:

  • 120 gr di burro
  • 150 gr di cioccolato fondente
  • 50 gr di zucchero semolato
  • 20 gr di cacao amaro in polvere

Ingredienti per lo sciroppo:

  • 130 gr di zucchero semolato
  • 80 ml d’acqua

Preparazione

Mettete in una ciotola le farine, lo zucchero e la scorza di limone, mescolate bene e fate un buco al centro.

Fate sciogliete il cubetto di lievito nell’acqua e versatela nel buco al centro delle farine insieme alle uova, il burro tagliato a pezzetti ed il sale.

Impastate bene con le mani per 5/10 minuti, create un panetto e mettete a lievitare in una ciotola coperta per circa 2 ore.

Nel frattempo preparate il ripieno: fate sciogliere il burro insiema al cioccolato fondente tagliato a pezzi ed allo zucchero. Quando sarà sciolto togliete dal fuoco, aggiungete il cacao amaro setacciato e fate raffreddare.

Stendete l’impasto su un piano leggermente infarinato cercando di ottenere rettangolo, quindi spalmatevi sopra il ripieno.

Arrotolate per il lato lungo, quindi dividete in due l’impasto sempre tagliando per il lato lungo, dovrete ottenere due serpentoni.

Intrecciate tra di loro le due parti mantenendo le zone col cioccolato verso l’alto e chiudete insieme le estremità.

Disponete la Babka in uno stampo da plumcake rivestito di carta da forno e fate lievitare ancora mezz’ora coperto nel forno spento.

Cucinate in forno statico preriscaldato a 180 gradi per 40 minuti, prima di sfornare verificate la cottura con uno stecchino.

Mentre il dolce è nel forno preparate lo sciroppo facendo sciogliere lo zucchero in un pentolino con l’acqua.

Spennellate la Babka con lo sciroppo appena la sfornate, quindi lasciatela raffreddare, sformatela e mangiatevela tutta.

Buona lievitazione!

Read more