Sticky toffee pudding

Lo sticky toffee pudding è una ricetta del libro di Jamie Oliver “Comfort food-porta in tavola la felicità”. Come suggerisce il titolo, all’interno di questo tomo si trovano solo preparazioni il cui scopo è quello di dare il buon umore e coccolare chi le assapora. Perdonerete quindi se la tipologia di ingredienti non fanno rientrare questo piatto nella categoria delle ricette di Natale low cost, ma il risultato è in grado di risollevare l’umore anche nelle giornate più buie, e penso che questa sia una cosa di fondamentale importanza, soprattutto quest’anno.

Vi avviso fin da subito: nello sticky toffee pudding c’è un quantitativo di burro in grado di ostruire le arterie anche del salutista più incallito. La dose di zucchero è altrettanto spaventosa, ma parliamo di zucchero integrale quindi mi sento un pochino meno in colpa. Il tutto viene coperto da una salsa al caramello che contiene panna e Rum. Insomma, qui si parla di una bomba calorica in grado di resuscitare i morti.

Una piccola precisazione sugli ingredienti. Nella ricetta originale è indicata la panna doppia, qui introvabile, io l’ho sostituita con panna fresca da montare ed il risultato è stato comunque ottimo. Sempre nella lista degli ingredienti ci sono i datteri Medjoul freschi; ignoro completamente cosa siano, ho preso dei semplicissimi datteri, di quelli che in questo periodo dell’anno si trovano facilmente al supermercato. Infine, è previsto l’uso del sale marino Maldon, io non l’ho trovato e non l’ho nemmeno sostituito con nulla (per dimenticanza) ma non ne ho sentito la mancanza.

Dopo tutte queste precisazioni mi sento di aggiungere solo che lo sticky toffee pudding non è sicuramente veloce da preparare, ma è semplice ed il risultato è uno dei dolci più morbidi, speziati e buoni che io abbia mai assaggiato. Grazie Jamie Oliver.

Sticky toffee pudding di Jamie Oliver
Ingredienti:
  • 4 bustine di tè Earl Grey
  • 450 gr di datteri Medjoul freschi
  • 1 cucchiaino raso di cannella in polvere
  • 1 noce moscata da grattugiare
  • 170 gr di burro a temperatura ambiente + un po’ per imburrare lo stampo
  • 340 gr di farina autolievitante + un po’ per infarinare lo stampo
  • 170 gr di zucchero di canna non raffinato extrafine
  • 170 gr di zucchero muscovado scuro
  • 4 uova grandi
  • sale marino Maldon (a mio parere opzionale)
Ingredienti per la salsa al caramello:
  • 250 gr di burro
  • 125 gr di zucchero muscovado scuro
  • 125 gr di zucchero di canna non raffinato extrafine
  • 50 ml di rum scuro
  • 300 ml di panna doppia (o panna fresca da montare)
Preparazione

Mettete le bustine di tè in infusione con 300 ml di acqua bollente per 3 minuti e mezzo.

Denocciolate i datteri e metteteli in un robot da cucina con la cannella, poi grattugiatevi dentro metà noce moscata. Estraete dall’acqua le bustine di tè e versatelo sui datteri, schiacciateli bene in modo che siano sommersi. Coprite e lasciate così per 10 minuti, poi frullate tutto ottenendo una purea.

Lavorate in una ciotola con un cucchiaio di legno il burro ed i 2 zuccheri. Aggiungete poi un uovo sbattuto alla volta. Quando saranno ben amalgamati prendete un cucchiaio di metallo ed unite la farina e la purea di datteri. Mescolate bene, poi versate il composto in uno stampo da Bundt Cake imburrato ed infarinato (Jamie dice che in caso va benissimo anche uno stampo normale 20 cm x 30 cm).

Cucinate in forno statico preriscaldato a 180 gradi per 45-50 minuti, ma fate sempre la prova stecchino, nel mio caso ci sono voluti 60 minuti.

Quando la ciambella è quasi pronta preparate la salsa. Sciogliete il burro in un pentolino, aggiungete poi i 2 zuccheri e mescolate con una frusta. Quando si saranno disciolti unite lentamente il rum e la panna. Portate a bollore, poi lasciate sobbollire mescolando per circa 5 minuti, dovrà essere bella dorata.

Rovesciate il dolce su un piatto (se avete usato uno stampo rettangolare praticate sulla superficie dei fori e versatevi un terzo della salsa, cospargete con un po’ di sale marino e servite col resto della salsa a parte), quindi spennellatelo con abbastanza salsa da formare una superficie spessa e cospargete con un po’ di sale marino. Servite con la salsa restante a parte. Sono certa che questo dolce renderà il Natale di tutti un po’ più magico.

Buona ostruzione delle arterie (ma con gioia)!

Sticky toffee pudding di Jamie Oliver
Sticky toffee pudding di Jamie Oliver

Profiteroles

Il profiteroles è uno dei dolci che amo di più in assoluto! Comincio col confessare che per prepare la pasta choux utilizzo il Bimby, ma nella ricetta vi indicherò anche come fare col metodo tradizionale. Per quanto riguarda la ganache al cioccolato mi sono affidata ad Ernst Knam; vi raccomando di seguire l’indicazione sulla percentuale di amarezza del cioccolato, se usate un cioccolato eccessivamente fondente rovinerete tutto e parlo per esperienza personale. Per la farcitura interna io scelto la panna montata ma potete riempire i vostri bignè anche con crema pasticcera o chantilly.

Ingredienti per la pasta choux:

  • 150 gr di acqua
  • 80 gr di burro
  • 1 pizzico di sale
  • 10 gr di zucchero
  • 120 gr di farina
  • 3 uova

Ingredienti per la ganache:

  • 300 gr di cioccolato fondente al 60%
  • 220 ml di panna fresca

Ingredienti per farcire:

  • 350 ml di panna fresca

Preparazione

Se avete il Bimby: mettete nel boccale l’acqua, il burro tagliato a pezzi, il sale e lo zucchero e riscaldate 5 minuti/100°C/velocità 1. Aggiungete la farina e mescolate 20 secondi/velocità 4. Togliete il boccale con l’impasto e lasciatelo raffreddare per 10 minuti. Rimettete il boccale e mescolate a velocità 5 aggiungendo le uova una alla volta. Quando avrete messo l’ultima mescolate 30 secondi a velocità 5.

Se non avete il Bimby: versate in una casseruola l’acqua, il burro tagliato a pezzetti, il sale e lo zucchero e portate ad ebollizione. Versate la farina tutta insieme e mescolate bene e velocemente. Quando si sarà creata una patina bianca sul fondo trasferite il composto in una ciotola ed aggiungete un uovo alla volta sempre mescolando. Versate l’uovo successivo solo quando il precedente è completamente assorbito.

Trasferite il composto in una sac à poche e create delle palline della dimensione di una noce su una teglia rivestita di carta da forno. Tenete i bignè distanziati tra loro di circa 5 cm. Cucinate in forno statico preriscaldato a 200 gradi per 20-25 minuti: i bignè dovranno essere dorati. Spegnete il forno e socchiudete lo sportello: lasciateli lì per 10 minuti. Sfornate e fateli raffreddare del tutto.

Per la ganache: mettete la panna in un pentolino a fiamma bassa, quando sta per bollire versate il cioccolato tritato grossolanamente e mescolate bene. Quando si sarà completamente sciolto spegnete il fuoco e lasciate intiepidire.

Per il ripieno: montate la panna con le fruste elettriche.

A questo punto siete pronti per assemblare il tutto: mettete la panna montata in una sac è poche e riempite i bignè praticando un foro sul fondo. Distribuite i bignè in una pirofila oppure disponeteli a piramide, quindi versatevi sopra la ganache tiepida. Mettete in frigo a raffreddare bene almeno mezz’ora prima di servire.

Buona golosità!

Read more

Linguine con crema di piselli e pancetta

Questa è ufficialmente la ricetta definitiva per riuscire a far magiare a Gu i piselli! Li ho ovviamente frullati per renderli irriconoscibili, non gli ho detto che erano presenti nel piatto e dopo che se ne è mangiati circa 150 gr gli ho comunicato la verità. La sua reazione è stata la seguente: 10 secondi di silenzio seguiti da “no, a me non piacciono i piselli”. La negazione non cambia i fatti figlio mio.

Vi avviso fin da subito che non si tratta di una ricetta light, abbiamo panna e pancetta, il che rende queste linguine veramente goduriose.

Ingredienti per 2 persone:

  • 200 gr di linguine
  • mezza cipolla
  • 5/6 cucchiai di piselli surgelati
  • 125 ml di panna da cucina
  • 75 gr di pancetta affumicata a cubetti
  • olio evo
  • sale

Preparazione

Affettate la cipolla e fastela soffriggere in una padella con un filo d’olio ed i piselli.

Quando i piselli saranno cotti (se c’è bisogno aggiungete un pochino di acqua durante la cottura) aggiungete la panna, fate restringere qualche minuto quindi frullate col frullatore ad immersione.

Mettete a cuocere la pasta in abbondante acqua bollente salata, nel frattempo fate abbrustolire i cubetti di pancetta in una padella antiaderente senza aggiungere altri grassi.

Riversate la crema di piselli in padella, aggiungete la pancetta ed accendete la fiamma a fuoco medio. Scolate la pasta, fatela saltare col condimento e servite.

Buona goduria!

Read more