Scaloppine al vino rosso

Solitamente per Natale si preparano dei piatti di carne molto importanti, che richiedono prepazioni lunghe e complesse. Capponi ripieni, zamponi, arrosti e chi più ne ha più ne metta. Come abbiamo già detto, quest’anno sarà tutto un po’ diverso, probabilmente ci saranno meno persone intorno al tavolo, ma questo può avere i suoi vantaggi. Finalmente abbiamo l’occasione di non passare tutto il giorno in cucina, ma possiamo preparare qualcosa di veloce e goderci (una volta tanto) la compagnia. Le scaloppine al vino rosso sono la soluzione perfetta: si preparano in un lampo, con una facilità a dir poco imbarazzante, ma hanno un sapore ricco e grintoso. Ovviamente se avete bambini a tavola eviterei, magari per loro potete optare per delle classiche scaloppine al limone o alla pizzaiola.

Per quanto riguarda la scelta del vino avete libertà di azione; io ho utilizzato un Morellino di Scansano, ma potete tranquillamente variare. Sinceramente non ne capisco nulla di vino, lo ammetto, quindi mi limiterò a dire di evitare quelli in tetrapack e quelli eccessivamente dolci. E frizzanti. Ecco magari frizzanti no.

Forse è meglio passare alla preparazione di queste scaloppine al vino rosso, che rientrano a pieno titolo nella categoria “minimo sforzo, massimo risultato”.

Scaloppine al vino rosso
Ingredienti per 4 persone:
  • 8 fette sottili di lonza di maiale
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1/2 bicchiere di vino rosso
  • farina
  • timo
  • olio evo
  • sale
  • pepe
Preparazione

Mettete in una padella 2 cucchiai d’olio e fatevi rosolare lo spicchio d’aglio. Infarinate le fettine di lonza, eliminate l’aglio e mettete la carne a rosolare velocemente da entrambi i lati. Basta veramente pochissimo tempo, circa 1 minuto per lato, se sono molto sottili anche meno.

Versate il vino rosso, fate evaporare, salate ed abbassate la fiamma. Cucinate per il tempo necessario a far addensare la salsa, aggiungete pepe ed un po’ di timo (se non lo avete il rosmarino andrà benissimo ugualmente). Servite calde, magari accompagnate con un buon purè di patate.

Buon piatto gustoso e veloce!

Scaloppine al vino rosso

Bocconcini di tacchino al succo di mela

Vi informo che è questione di giorni prima che io inizi a tartassarvi con ricette natalizie, per cui questa è una delle ultime occasioni in cui vedrete un piatto sano. I bocconcini di tacchino al succo di mela sono veramente deliziosi, sono super croccanti e si preparano in pochissimo tempo (sono pronti in 10 minuti). Anche i più inesperti possono cimentarsi nella realizzazione di questo piatto, vi assicuro che è una passeggiata.

Ammetto che inizialmente l’abbinamento mela/tacchino mi aveva lasciato qualche dubbio, di solito la mela sta benone col maiale, ma credetemi, resterete stupiti dal risultato. Vi dico solo che le dosi indicate sono per 4 persone, ma a me è piaciuto così tanto che da sola ne ho mangiato 3 quarti. Mi sento di dire che rientra in quella categoria di piatti che il giorno dopo sono ancora più buoni, probabilmente perchè la carne ha il tempo di assorbire ancor di più il succo di mela. In caso, se restando in frigorifero si fosse asciugata troppo potete sfumarla nuovamente con altro succo o semplicemente con un po’ d’acqua. Fidatevi di me: provate assolutamente i bocconcini di tacchino al succo di mela, non ve ne pentirete.

Bocconcini di tacchino al succo di mela
Ingredienti per 4 persone:
  • 500 gr di petto di tacchino
  • 80 gr di mandorle tritate
  • 2 cucchiai di farina integrale (anche 00 andrà benissimo)
  • 1 bicchiere di succo di mela
  • olio evo
  • sale
  • pepe
Preparazione

Tagliate il tacchino a pezzetti e metteteli in una ciotola con le mandorle e la farina. Mescolate bene con le mani in modo che la carne sia tutta ricoperta.

Rosolate i bocconcini in una padella con un filo’ d’olio per circa 5 minuti, quinidi sfumate col succo di mela e proseguite la cottura per altri 4-5 minuti. Regolate di sale e di pepe e servite ben caldo.

Buona carne aromatica!

Bocconcini di tacchino al succo di mela

Persico agli agrumi

Mi sono resa conto di dover affrontare una delle mie paure culinarie: il pesce. Mi piace, quando ne ho la possibilità lo ordino al ristorante, ma quando si tratta di cucinarlo ho come un blocco, una vocina nella testa che dice “nooooooo pazza, verrà crudo/cattivo/troppocotto/fermalì”. Per questo motivo mi ritrovo spesso a limitarmi a del semplicissimo pesce lesso o a dei buonissimi bastoncini impanati che non sono sicura rientrino nella categoria “pesce”. Iniziamo quindi con qualcosa di semplice ma decisamente saporito: un filetto di persico agli agrumi. La preparazione è veloce ed alla portata di tutti, il risultato è a mio parere eccellente, per cui accendete il forno.

Ingredienti per 1 persona:
  • 1 pezzo di pesce persico da circa 200 gr
  • mezzo limone
  • mezza arancia
  • pane grattugiato
  • origano
  • sale
  • pepe
  • olio evo
Preparazione

Spremete il limone e l’arancia ed unite i succhi in un bicchiere.

Mettete un po’ di pane grattugiato in una ciotola ed unitevi origano a piacere, sale e pepe, quindi mescolate bene.

Versate in una pirofila metà succo di agrumi, disponetevi il pesce e copritelo col pangrattato aromatizzato. Versate il restante succo ed un filo d’olio.

Cucinate in forno statico a 200 per 20/25 minuti (in base alla grandezza del pezzo di pesce), mettendo il grill durante gli ultimi 5 minuti. Sfornate e servite.

Buon pesce profumato.

Read more

Polpettone al prosciutto

Non so se ve ne siate accorti, ma quando si tratta di secondi piatti capita spesso che io mi butti sulle polpette. Che si tratti di carne o pesce alla fine mi ritrovo sempre a creare quelle deliziose palline con le mani e mi sto rendendo conto che forse è venuto il momento di disintossicarmi (almeno un pochino). Per non fare un passaggio troppo drastico ho pensato di cominciare questo processo con un polpettone, che alla fine è una grandissima polpetta ma è una sola, quindi mi considero già soddisfatta.

Questo piatto fa parte della categoria: “preparami pure in anticipo” in quanto risulta ancora più buono il giorno dopo averlo cucinato. Si rivela quindi molto comodo soprattutto se avete ospiti e non volete fare tutto al momento. Potete anche tagliarlo a fette e conservarle in freezer in modo da avere sempre un pasto pronto all’uso.

Oltre alla carne di vitello ho utilizzato la ricotta, che gli conferisce una super morbidezza. L’ho rivestito di fette di prosciutto crudo che danno una marcia in più al piatto e creano una crosticina davvero irresistibile.

Ingredienti per 4 persone:

  • 300 gr di macinato di vitello
  • 200 gr di ricotta
  • 100 gr di prosciutto crudo
  • 5 cucchiai di parmigiano grattugiato
  • 1 uovo
  • burro
  • sale
  • pepe

Preparazione

Amalgamate bene in una ciotola la carne con la ricotta, l’uovo, il parmigiano, sale e pepe. Date all’impasto la forma del polpettone.

Su un foglio di carta da forno stendete le fette di prosciutto leggermente sovrapposte per il senso della lunghezza del polpettone, mettete una fetta nel senso contrario per ogni estremità.

Disponete il polpettone sul prosciutto ed aiutandovi con la carta da forno arrotolatelo in modo che il prosciutto lo avvolga bene.

Mettete in una pirofila imburrata, coprite con qualche altro pezzettino di burro e cucinate in forno statico preriscaldato a 180 gradi per 20 minuti, quindi giratelo delicatamente e proseguite la cottura per altri 25 minuti.

Sfornate, lasciate intiepidire e servite. Vi consiglio vivamente di preparare questo polpettone il giorno prima, tagliarlo a fette da freddo e scaldare queste ultime in forno o in padella prima di servirle: sarà ancora più buono.

Buon polpettone!

Read more

Polpette di pesce col sugo

Nelle ultime settimane sono stata attenta ai grassi, ho evitato gli eccessi e ho cercato di mantenere una dieta sana e ricca di vitamine. Arriva un momento però in cui ci si sveglia con quella (in)sanissima smania di friggere anche il copriletto in 6 litri di olio, ed io non sono nessuno per ignorare il richiamo dell’unto. Siccome mi serviva un trucco per far mangiare il pesce a Gu ho deciso di fare delle polpette di merluzzo e nasello e per rendere il tutto ancora più invitante le ho accompagnate con una salsa di pomodoro. Scaldate l’olio che si comincia.

Ingredienti per 20 polpette:

  • 300 gr di merluzzo pulito
  • 300 gr di nasello pulito
  • 50 gr di pecorino grattugiato
  • 2 uova
  • pangrattato
  • menta
  • 400 gr di pomodori pelati
  • 1 scalogno
  • mezzo cucchiaino di zucchero
  • olio evo
  • olio di arachidi

Preparazione

Pulite lo scalogno, tritatelo finemente e fatene appassire metà in una padella antiaderente con 3 cucchiai di olio extravergine di oliva. Aggiungete poi i pelati spezzettati, lo zucchero e cucinate a fuoco basso per 15 minuti circa. Salate.

Tritate col mixer il pesce, unitevi le uova, lo scalogno rimasto, il pecorino, 3/4 cucchiai di pangrattato, un po’ di menta tritata ed un pizzico di sale. Amalgamate bene, poi con le mani create delle polpette e passatele nel pangrattato.

Friggete le polpette in abbondante olio di semi. Quando saranno ben dorate sgocciolatele ed asciugatele con carta assorbente.

Servite insieme al sugo.

Buon unto!

Read more

Insalata di pollo e ravanelli

“L’estate sta finendo… il caldo se ne va…” e quesa è una delle ultime insalate del 2020, perchè sto ufficialmente entrando in modalità Natale, ma mi sto trattenendo per evitare che chiamiate la neuro e mi facciate ricoverare. Quello che vi presento oggi è un piatto unico dai sapori marcatamente estivi, velocissimo da preparare e decisamente adatto a chi sta attento alla linea. Un’insalata di pollo leggera e fresca, con verdure crude, yogurt greco e ovviamente lime.

Ingredienti per 2 persone:

  • 250 gr di petto di pollo a fette
  • 170 gr di yogurt greco
  • 6/7 ravanelli
  • 1 cetriolo
  • 1 lime
  • menta
  • olio evo
  • sale
  • pepe

Preparazione

Pelate il cetriolo ed i ravanelli, tagliateli a dischi sottili e metteteli in una ciotola con un filo d’olio, sale, pepe ed una spruzzata di succo di lime.

In un’altra ciotola amalgamate lo yogurt greco con un filo d’olio, 1 cucchiaio di succo di lime, un po’ di menta tritata, sale e pepe.

Cucinate il pollo sulla piastra, quindi tagliatelo a listarelle ed unitelo ai cetrioli ed ai ravanelli.

Servite insieme alla salsa allo yogurt.

Buona ultima insalata!

Read more

Calamari e seppie con polenta

Chi mi conosce sa bene che di solito in agosto esco dalla “modalità estate” e passo direttamente alla “modalità Natale”. Di solito verso metà/fine mese sento improvvisamente le campanelle delle renne e boom, inizio a sfornare torte di mele fino al 6 gennaio. Quest’anno credo che le cose stiano andando diversamente, forse a causa della pioggia di qualche giorno fa penso di essere temporaneamente entrata in “modalità autunno”, una fase che non mi è nuova ma che di solito si presenta solo una volta ogni tanto nei giorni vicini ad Halloween. Uno dei piatti che normalmente è presente sulla mia tavola mentre fuori le foglie cadono dagli alberi è la polenta. Da buona veneta penso che stia bene con tutto e fatta in qualsiasi modo, in questo caso l’ho accompagnata a seppie e calamari in umido per mantenere una parvenza d’estate.

La preparazione è semplicissima e potete scegliere se servirlo come secondo di pesce o come piatto unico in una fresca giornata di autunno (sì lo so non sono normale).

Ingredienti per 4 persone:

  • 800 gr tra seppie e calamari puliti e tagliati
  • 500 gr di passata di pomodoro
  • 2 cucchiai di olive taggiasche
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 confezione di polenta istantanea
  • capperi
  • vino bianco
  • origano
  • olio
  • sale
  • pepe

Preparazione

Spellate l’aglio, metettelo in una padella antiaderente e fate scaldare. Quando inizierà a rosolare aggiungete i calamari e le seppie e lasciate insaporire per un paio di minuti. Sfumate col vino bianco (circa mezzo bicchiere) e lasciate evaporare, poi abbassate la fiamma ed aggiungete la salsa di pomodoro. Unite anche le olive tagliate a rondelle, capperi a piacere, salate e lasciate cucinare per 10/15 minuti in base alla dimensione del pesce.

Nel frattempo preparate la polenta seguendo le istruzioni sulla confezione, quando è pronta versatela in delle ciotoline.

Quando le seppie ed i calamari saranno cotti profumateli con l’origano e pepate, quindi trasferite sopra alla polenta.

Servite ben caldo.

Buon autunno!

Read more

Insalata di mazzancolle ai cipollotti

Tra le riscoperte vegetali di quest’anno posso aggiungere ufficialmente i cipollotti: tagliati a rondelle sottili danno più gusto a moltissimi piatti freddi. In questo caso li ho usati per dare una marcia aggiuntiva alla classica insalata di mazzancolle, che è uno dei tormentoni di tutte le estati dagli anni ’70 ad oggi. La verità è che si tratta di un piatto che non passa mai di moda e che si presta a diversi abbinamenti e che, come la maggior parte dei piatti freddi, può essere preparato in dosi massicce per ridurre al minimo l’utilizzo dei fornelli. Per quanto mi riguarda l’unica seccatura è la pulizia delle mazzancolle, una volta fatto quello il gioco è fatto.

Ah ovviamente ci ho infilato in mezzo il lime, se non lo avete potete usare il limone.

Ingredienti per 2/3 persone:

  • 400 gr di code di mazzancolle
  • 1 patata grande
  • 1 cipollotto grande
  • il succo di mezzo lime
  • prezzemolo
  • olio evo
  • sale
  • pepe

Preparazione

Lessate la patata, fatela raffreddare, sbucciatela, tagliatela a pezzetti e metteteli in una ciotola insieme al cipollotto pulito e tagliato a rondelle sottili.

Cucinate le mazzancolle in acqua bollente per 5/7 minuti in base alla loro dimensione, scolatele, lasciatele reffreddare quindi eliminate il carapace ed il filino nero al loro interno.

Mettete le mazzancolle nella ciotola con le patate, aggiungete un po’ di prezzemolo tritato, il succo di lime, salate, pepate, mescolate bene e servite.

Buon cipollotto!

Read more

Merluzzo alla menta e lime

Non so quale sia per voi il profumo dell’estate, ma per quanto mi riguarda si tratta sicuramente di quello del lime. Ad iniziare all’incirca da maggio comincio ad utilizzarlo al posto del limone e lo metto praticamente in ogni piatto: carne, pesce e perfino strizzato nell’acqua. Vado avanti così più o meno fino a fine agosto, momento in cui passo alla “modalità Natale” (sì, ho un problema e ne sono consapevole) e sposto la mia attenzione olfattiva sulle mele e la cannella, ma di questo ne parleremo più avanti, cioè tra un mesetto.

Oggi quindi ecco a voi un piatto di pesce decisamente estivo, ricco di freschezza grazie al connubio menta-lime e che vi farà fare bella figura se avrete ospiti a tavola.

Ingredienti per 2 persone:

  • 2 pezzi puliti di merluzzo da 200 gr ciascuno
  • 1 lime
  • 100 ml di panna da cucina
  • 50 ml di latte
  • qualche foglia di menta
  • paprika dolce
  • olio evo
  • sale

Preparazione

Mescolate in una ciotola la panna insieme al latte, alla menta pulita e tritata grossolanamente ed alla scorza grattugiata del lime. Regolate di sale ed unite un po’ di paprika dolce (io ne ho messo circa 1/4 di cucchiaino, ma decidete in base ai vostri gusti).

Disponete ogni pezzo di merluzzo su di un rettangolo di carta da forno, ricopriteli con la salsa ed irrorateli con un filo d’olio.

Richiudete i cartocci, disponeteli sulla placca da forno e cucinate in forno statico preriscaldato a 210 gradi per circa 20 minuti.

Sfornate e servite subito.

Buon profumo d’estate!

Read more

Bocconcini di pollo ai peperoni

Questo 2020 mi ha fatto riscoprire una verdura che non avevo mai apprezzato: i peperoni. Da che ho memoria non mi sono mai piaciuti, ma quest’anno, ricetta dopo ricetta, ho imparato prima ad apprezzarli e poi ad amarli. Quindi li sto mettendo un po’ ovunque, tra un po’ proverò pure a farci un dolce probabilmente (fermatemi), nel frattempo vi propongo un secondo piatto che qui ha avuto un grande successo. La parte più lunga della preparazione è la cottura dei peperoni, ma una volta fatto quello si va spediti. Potete inoltre fare come ho fatto io, cioè prepararne una vagonata e congelarlo, in modo da averne sempre una vaschetta pronta all’uso.

Ingredienti per 4 persone:

  • 500 gr di petto di pollo
  • 4 peperoni (2 gialli e 2 rossi)
  • 6 olive taggiasche
  • 1 spicchio d’aglio
  • farina
  • olio evo
  • sale

Preparazione

Lavate i peperoni, asciugateli e disponeteli su una placca rivestita di carta da forno. Cucinateli in forno statico preriscaldato a 200 gradi per 40 minuti, sfornateli e con cautela trasferiteli in dei sacchetti per alimenti. Chiudete bene e lasciateli intiepidire lì, poi tirateli fuori, spellateli, puliteli e tagliateli a pezzetti.

Mettete in una padella antiaderente 6 cucchiaio di olio, le olive tagliate a rondelle e l’aglio, fatelo imbiondire e poi toglietelo. Aggiungete i peperoni e lasciate cuocere a fuoco medio per 15 minuti.

Pulite il petto di pollo, tagliatelo a cubetti, infarinatelo e ponetelo nella padella insieme ai peperoni. Cucinate per altri 10/15 minuti (tempo variabile in base alla dimensione dei bocconcini) girandoli spesso.

Servite.

Buona riscoperta di vegetali mai apprezzati prima!

Read more