Insalata di riso con crema di peperoni

Siamo a metà maggio, ho riguardato un paio di foto e posso confermare il fatto che un anno fa eravamo tutti in pantaloncini corti. Qui oggi sembra settembre inoltrato, quindi avevo due opzioni: farmi un crema di verdure coi crostini o convincere Madre Natura a far uscire il sole preparando qualcosa di estivo e fresco. Ho scelto la seconda. E qual è il piatto che ci troviamo a preparare da giugno a fine agosto, in dosi imbarazzanti per poter evitare di accendere i fornelli per una settimana? L’insalata di riso ovviamente. Certo, per farla potete aprire un numero indefinito di confezioni di sottaceti, aggiungere un uovo sodo, magari del tonno, ed ecco fatto, una delizia. Ma ogni tanto bisogna provare qualche novità, così ho preparato l’insalata di riso con crema di peperoni, che non ha nulla da invidiare alla versione più classica di questo diffusissimo piatto.

La mia versione è totalmente vegana ed è super saporita anche grazie ad un pizzico di paprika che dà quella marcia in più. Se amate il piccante vi consiglio di aggiungere anche un po’ di peperoncino fresco, la mia persona preferita lo ha fatto e se ne è spazzolati due piatti belli pieni. Per quanto riguarda la preparazione vi garantisco che è veramente facile, l’unica scocciatura è abbrustolire i peperoni e togliere la pelle, ci vuole il suo tempo ma non è nulla di complicato.

L’insalata di riso con crema di peperoni è un piatto sano, leggero, super saporito e perfetto anche per essere portato ad un pic nic oppure al lavoro, perché non so voi, ma io mi sono stufata del solito panino col prosciutto.

Insalata di riso con crema di peperoni
Ingredienti per 4 persone:
  • 300 gr di riso
  • 2 peperoni (1 rosso e 1 giallo)
  • 1 cetriolo
  • il succo di 1/2 limone
  • basilico
  • paprika
  • olio evo
  • sale
Preparazione

Pulite i peperoni, metteteli in una pirofila rivestita di carta da forno bagnata e strizzata e mettete in forno sotto al grill finchè la pelle si sarà annerita (girateli quando vedete che un lato è abbrustolito). Sfornate, metteteli in una ciotola, coprite e lasciateli raffreddare, poi spellateli, privateli dei semi e metteteli nel mixer. Frullateli insieme a 5 cucchiai di olio, il succo di limone, 50 ml d’acqua, una decina di foglie di basilico e paprika a piacere.

Lavate il cetriolo, eliminate le estremità e pelatelo in modo irregolare, poi dividetelo a metà nel senso della lunghezza, privatelo dei semi e tagliatelo a pezzetti.

Cuocete il riso in abbondante acqua bollente salata, scolatelo, passatelo sotto l’acqua fredda per bloccare la cottura, poi mettetelo in una ciotola. Conditelo con la crema di peperoni, mescolate bene ed infine unite i pezzetti di cetriolo. Servite.

Buona voglia d’estate!

Insalata di riso con crema di peperoni
Read more

Crema di barbabietola

Qualche giorno fa sembrava essere tornato l’invero e la cosa mi ha colto un po’ alla sprovvista. Non sapendo bene cosa mangiare ho aperto il freezer ed ho trovato una barbabietola precotta che mi guardava supplicandomi di non restare al gelo fino al prossimo novembre, così l’ho tirata fuori ed ho iniziato a domandarle cosa volesse diventare (giuro, non ho bisogno di un medico). Siccome non mi degnava di una risposta ho guardato nel frigorifero ed ho notato delle patate lesse tristi tristi, così ho unito le due cose ed ho ottenuto una crema di barbabietola che la mia persona preferita ha definito “deliziosa”. Un piatto completamente vegano, sano e che è piaciuto ad un accanito carnivoro, per un cui un vero successone.

La preparazione è veramente semplicissima e se avete patate crude niente paura: fatele soffriggere un paio di minuti insieme allo scalogno, unite il brodo caldo e solo alla fine mettete la barbabietola. Io ho utilizzato quelle lesse perchè sarebbero andate a male nel giro di poco tempo.

Le dosi indicate sono per una persona abbastanza affamata, se utilizzate ingredienti freschi (non provenienti dal freezer) potete prepararne in abbondanza e congelare le porzioni in eccesso, così sarete pronti nel caso in cui ci fossero altri improvvisi attacchi di inverno.

Crema di barbabietola
Ingredienti per 1 persona:
  • 1 barbabietola precotta da circa 150 gr
  • 100 gr di patate già lessate
  • 1 scalogno
  • brodo vegetale
  • erba cipollina
  • olio evo
  • sale
Preparazione

Pulite lo scalogno, tritatelo e fatelo soffriggere in una padella con un po’ di olio. Unite poi le patate e la barbabietola a pezzetti, un bicchiere abbondante di brodo vegetale caldo e fate bollire per una decina di minuti. Regolate di sale e frullate bene. Servite con un po’ di erba cipollina tritata e qualche crostino di pane.

Buona crema di barbabietola (o rapa rossa, che poi è la stessa cosa)!

Crema di barbabietola
Read more

Cous cous con verdure in padella

Il cambio di stagione fa venire voglia di mare, di vacanze e… di cous cous. In effetti è ancora presto per mangiarlo freddo, con un sacco di verdure crude e scrocchiarelle, quindi ho optato per un cous cous tiepido con verdure in padella. Un piatto compleatmente vegano, semplicissimo da preparare ma ricco di sapore anche grazie all’olio che ho usato per condirlo. Non ricordo se vi avevo già parlato dell’olio al basilico Carli, che dona un aroma veramente unico ed è perfetto per dare freschezza ai piatti. Ovviamente se non lo avete vi basterà aggiungere al piatto qualche fogliolina di basilico fresco.

Il cous cous con verdure in padella è un piatto sanissimo, ci ho messo dentro anche il cavolo nero, che a quanto pare è uno degli alimenti più salutari al mondo. Perché non so voi, ma io sento già la prova costume che mi alita sul collo.

Cous cous con verdure in padella
Ingredienti per 2 persone:
  • 100 gr di cous cous
  • 3/4 foglie di cavolo nero
  • 1 patata
  • 1 zucchina
  • 1 cipollotto
  • brodo vegetale
  • olio evo
  • olio al basilico
  • sale
Preparazione

Pulite il cipollotto, tritatelo finemente e fatelo soffriggere in una padella con un filo d’olio. Aggiungete la patata e la zucchina tagliati a pezzetti, e le foglie di cavolo nero private dalla parte centrale e spezzettate. Lasciate insaporire per un paio di minuti, poi unite un mestolo di brodo vegetale bollente, mettete il coperchio fate cuocere a fuoco moderato per 10/15 minuti. Se verso la fine della cottura dovesse esserci ancora molta acqua togliete il coperchio.

Preparate il cous cous seguendo le istruzioni sulla confezione, utilizzando però il brodo caldo al posto dell’acqua.

Mettete in una ciotola le verdure ed il cous cous, mescolate bene ed aggiungete un filo d’olio al basilico. Potete servire il cous cous con verdure in padella subito o anche a temperatura ambiente.

Buon sole!

Cous cous con verdure in padella
Read more

Crema di cavolo cappuccio viola

Era da un po’ di tempo che volevo provare a cucinare il cavolo cappuccio viola, così, quando finalmente l’ho addocchiato al mercato non me lo sono fatto scappare. In effetti ultimamente sono alla ricerca di cibi dai colori accesi, ma non ho ancora scovato le carote viola e le patate viola. Comunque, il cavolo viola si può preparare in diversi modi, si può anche mangiare crudo tagliato molto sottile, ma viste le temperature glaciali ho preferito provare qualcosa di caldo. Così ho preparato la mia prima crema di cavolo cappuccio viola e devo dire che sono super soddisfatta. Innanzitutto ha un colore meraviglioso, ma anche il sapore è veramente delizioso.

Come erba aromatica ho usato il rosmarino (anche perchè ho una pianticella che miracolosamente non si è ancora suicidata), in alternativa andrà benissimo anche il timo. Per renderla più densa ho utilizzato una patata, ma volendo potete aggiungere anche un qualche tipo di formaggio cremoso, come ricotta o robiola. Se invece seguirete la mia ricetta avrete una crema del tutto vegana, perfetta per scaldarsi in queste fredde giornate.

Crema di cavolo cappuccio viola
Ingredienti per 2-3 persone:
  • 1 cavolo cappuccio viola (circa 400 gr)
  • 1 patata media
  • 1 cipolla dorata
  • brodo vegetale
  • rosmarino
  • olio evo
  • sale
  • 2 fette di pane per tramezzini
Preparazione

Tritate finemente la cipolla e fatela soffriggere in una padella capiente con un filo d’olio. Unite il cavolo stagliato a striscioline e la patata pelata e tagliata a pezzi, lasciate insaporire per un paio di minuti. Aggiungete 4-5 mestoli di brodo vegetale bollente, un rametto di rosmarino, coprite e lasciate cuocere a fuoco moderato per 15-20 minuti.

Tagliate le fette di pane a dadini e fatele dorare in una padella ben calda con un filo d’olio.

Togliete il rosmarino e riducete tutto in crema col frullatore ad immersione. Regolate di sale e servite calda con un filo d’olio a crudo e qualche crostino di pane.

Buona crema di cavolo cappuccio viola!

Crema di cavolo cappucci0o viola
Crema di cavolo cappuccio viola
Read more

Ravioli cinesi alle verdure

Chi mi conosce sa bene che ogni tanto mi prendono delle fissazioni, e questo capita anche coi cuochi. Quando ho aperto il mio vecchio blog mi ero intrippata (termine tecnico) con Carlo Cracco, avevo comprato il suo libro e mi ero decisa a fare tutte le ricette. Ho abbandonato poco dopo la metà perchè non potevo permettermi un viaggio in Vietnam per reperire radici preziose. Da allora niente, nessun punto fisso nel mio piccolo fanclub culinario. Poi ho notato che il mio amico Alvise ha iniziato a postare foto di piatti vegani incredibilmente invitanti e mi sono incuriosita. Per quanto sia bravo non poteva essere tutta farina del suo sacco fashion. Così mi ha svelato il suo segreto, ho comprato il libro che mi ha consigliato e sbaaaam: un nuovo idolo. Andate tutti a vedere le cose meravigliose che fa cucinabotanica e vi garantisco che resterete a bocca aperta. Vi faccio un piccolissimo riassunto: alimentazione vegetale ma ricca, anzi ricchissima di sapore. Dimenticate tutto quello che pensavate di sapere sul cibo vegano e tuffatevi. Sono suoi i ravioli cinesi alle verdure che vi propongo oggi e qui sono piaciuti così tanto che in 2 li abbiamo finiti tutti (me ne erano venuti 26).

Non si tratta di un piatto velocissimo da preparare ma ne vale assolutamente la pena. Se siete più morigerati di me e pensate di non riuscire a mangiarli tutti potrete congelare quelli in eccesso (da crudi). Se vi dovesse avanzare del ripeino lo potete tranquillamente mangiare così, come un’insalata tiepida o fredda.

Vi informo già che non prometto di fare tutte le ricette del libro, perchè ormai sono conscia della mia indole a lasciare le cose a metà, ma ne farò sicuramente altre, molte altre.

Ravioli cinesi alle verdure
Ingredienti per il ripieno:
  • 2 zucchine
  • 1 cipolla dorata
  • 2 carote
  • 2 patate piccole
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 pezzetto di zenzero fresco (o 1/2 cucchiaino di zenzero in polvere)
  • olio di sesamo (o di oliva)
  • salsa di soia
Ingredienti per la pasta:
  • 300 gr di farina 0
  • 150 ml di acqua tiepida
  • 1 cucchiaino di sale
Preparazione

Partite dal ripieno: tritate nel mixer la zucchina, la cipolla, le carote e le patate, poi mettete tutto in una ciotola. Aggiungete lo spicchio d’aglio tritato finemente. Mescolate bene tutte le verdure, e cucinatele in una padella con un filo d’olio. Versate salsa di soia a piacere e profumate con lo zenzero, quindi lasciate cuocere per 10-15 minuti mescolando spesso. Quando le verdure saranno cotte mettetele in una ciotola a raffreddare.

Passate alla pasta: mettete in una ciotola la farina ed il sale, poi inziate a versare l’acqua ed impastate. Prima usate un cucchiaio, poi le mani. Lavorate il composto per una decina di minuti, fino ad ottenere una palla liscia ed omogenea. Infarinatela bene e stendetela con un mattarello cercando di avere uno spessore di circa 1 mm. Ricavate poi dei dischi (i miei avevano un diametro di 7 cm).

Mettete al centro di ogni disco un po’ di verdure, quindi chiudete i ravioli con le mani pizzicando prima i bordi, poi i lati, ripiegando ogni volta un po’ di impasto su se stesso.

Potete cuocere i ravioli cinesi alle verdure in 2 modi: al vapore o in padella. Io ho scelto la seconda opzione perchè preferisco che ci sia un po’ di croccantezza. Vi basterà metterli in una padella in cui avrete fatto scaldare un filo d’olio, farli dorare un minuto, poi aggiungere mezzo bicchiere d’acqua, coprire, e lasciare cuocere per 10-15 minuti. Serviteli caldi, accompagnandoli con salsa di soia.

Buona goduria alle verdure!

Ravioli cinesi alle verdure
Read more

Crema di lattuga e patate

Ci siamo ragazzi, è ufficialmente giunto il momento di rimettersi in forma. Non sono mai stata un’agguerrita sostenitrice della dieta sana e bilanciata, conoscete tutti la mia passione per il burro, ma quando è troppo è troppo. Mi si è formato un sofficiosissimo salvaganete naturale, 100% biologico, perfetto per restare a galla in estate, ma decisamente poco adatto all’immagine riflessa nello specchio. Per cui eccomi qua, alla disperata ricerca di ricette sane e leggere ma che abbiano gusto e sapore, che mi facciano addirittura venire voglia di fare il bis. La crema di lattuga e patate rientra a sopresa in questa categoria. Mi sono sempre piaciute le creme di verdure, ma non pensavo che quella a base di insalata sarebbe stata un granchè, per fortuna mi sbagliavo. La prepararazione è veramente semplicissima, se volete dare ancora più sapore potete aggiungere un po’ di parmigiano grattugiato, ma io ho preferito mantenere questo piatto totalmente vegano. Devo dire che non ho sentito la mancanza del formaggio, mi sono limitata ad aggiungere qualche crostino di pane. In questa versione ho utilizzato il latte di riso, ma vi assicuro che il risultato è da leccarsi i baffi anche senza.

Crema di lattuga e patate
Ingredienti per 4 persone:
  • 1 cespo di lattuga
  • 300 gr di patate
  • 1 cipolla
  • 1 spicchio d’aglio
  • 30 ml di latte di riso
  • 1/2 litro di brodo vegetale
  • erba cipollina
  • olio evo
  • sale
Preparazione

Lavate l’insalata, pulitela e tagliatela a pezzetti. Pelate le patate e tagliatele a cubetti.

Fate soffriggere la cipolla pulita e tritata in una padella con 3 cucchiai di olio e l’aglio spellato. Quando sarà dorata eliminate l’aglio ed aggiungete le patate, lasciandole insaporire per un paio di minuti. Unite poi la lattuga, salate, e coprite col brodo caldo.

Cucinate a fuoco moderato col coperchio per 20-30 minuti. A cottura ultimata aggiungete il latte, poi riducete in crema usando il frullatore ad immersione. Servite con una spolverata di erba cipolinna tritata e qualche crostino di pane.

Buona crema di lattuga e patate!

Crema di lattuga e patate
Read more

Crema di piselli e menta

Non so se voi abbiate avuto il coraggio di salire sulla bilancia ultimamente, io l’ho fatto e penso che se ne siano accorti anche in Australia, perchè ho emesso un urlo così acuto che sicuramente è arrivato anche lì. Ritengo quindi che sia giunto il momento di depurarsi un momento, almeno fino al cenone dell’ultimo dell’anno. Sto anche maturando l’idea di andare a correre, nonostante questo vada contro la mia più grande religione: la sedentarietà. Prima di provare il brivido dell’esercizio fisico ho pensato di concentrarmi sull’ alimentazione e la crema di piselli è menta è quello che ci vuole: un piatto vegano ma ricco di sapore, facilissimo da preparare. Se volete potete aggiungere qualche crostino di pane o una bella spolverata di parmigiano grattugiato, io ho evitato perchè qua la sistuazione mi sta sfuggendo di mano e preferisco restare super leggera.

Crema di piselli e menta
Ingredienti per 2 persone:
  • 400 gr di pisellini surgelati
  • 1 carota
  • 1 costa di sedano
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1/2 cipolla
  • 800 ml di brodo di verdure
  • menta
  • olio evo
  • sale
Preparazione

Tritate finemente la carota, il sedano e la cipolla, quindi mettetele a rosolare in una padella con 2/3 cucchiai d’olio e lo spicchio d’aglio spellato. Dopo un paio di minuti eliminate l’aglio, aggiungete i piselli e fate insaporire per 3/4 minuti, poi salate e coprite col brodo bollente. Lasciate sobbollire per 20 minuti, quindi riducete in crema col frullatore ad immersione. Servite subito.

Buona crema di piselli e menta!

Crema di piselli e menta
Read more

Spaghetti con salsa alle noci

Cosa mangiano a Natale i vegani? No perchè, mentre io mi strafogo di proteine animali sotto forma di tortellini/tacchinoripieno/zampone, loro che piatti preparano per festeggiare? Poi magari voi siete tutti vegani e state per mandarmi una lettera minatoria per la stupidità delle mie affermazioni, probabilmente fareste bene. Resta il fatto che nella mia testa arretrata si susseguono immagini di tavole imbandite con sopra creme di verdure e tofu, ed il mio amore per il Natale non mi permette di lasciare che si festeggi così. Con dell’insalata. Da qui l’idea di pensare a qualche piatto vegano e/o vegetariano molto saporito, che piaccia anche a noi amanti della carne e che permetta di rispettare le festività in modo consono. Sono fissata, lo so. Ecco a voi quindi gli spaghetti con salsa alle noci.

Stiamo parlando di un piatto con pochissimi ingredienti ma con un gran sapore. Si prepara in 10 minuti, per cui rientra anche nella categoria delle ricette che vi permettono di non perdere la giornata in cucina. Se volete ottimizzare ancora di più i tempi potete prepare la salsa anche il giorno prima ed allungarla con un mestolo di acqua di cottura della pasta al momento di servirla.

In sintesi, gli spaghetti con salsa alle noci sono: facili e veloci da prepare, vegani, sanissimi e super gustosi. C’è bisogno di aggiungere altro? La ricetta in effetti.

Spaghetti con salsa alle noci
Ingredienti per 4 persone:
  • 400 gr di spaghetti
  • 200 gr di latte vegetale (vaccino per la versione non vegana)
  • 140 gr di gherigli di noce
  • 100 gr di mollica di pane
  • 18 gr di salvia
  • sale
  • pepe
Preparazione

Ammollate la mollica nel latte, quindi frullatela insieme ai gherigli di noce, la salvia ed un mestolo d’acqua. Salate e pepate.

Cucinate gli spaghetti in abbondante acqua bollente salata, scolateli e conditeli con la salsa (se dovesse risultare troppo densa allungatela prima con un po’ di acqua di cottura della pasta). Se non siete vegani spolverizzate con parmigiano grattugiato, ma anche senza il risultato è da leccarsi i baffi. Servite subito.

Buoni festeggiamenti vegani!

Spaghetti con salsa alle noci
Spaghetti con salsa alle noci
Read more

Crema di patate, finocchi e porri

L’autunno non sancisce solo l’inizio dell’abuso di torte di mele e di tisane ed infusi, ma è la stagione delle creme di verdura. In realtà sarebbe anche la stagione delle zuppe e dei minestroni ma proprio non mi piacciono, tutti quei pezzettoni mi ricordano quando ero piccola e mi obbligavano a mangiare le verdure, per cui frullo tutto e sono felice così.

Comincio quindi questo lungo periodo di sfruttamente del frullatore con una crema di patate, finocchi e porri che vi conquisterà per la sua consistenza, per l’appunto, cremosa. La preparazione è semplicissima e fa parte di quei piatti che potete preparare in abbondanza e congelare, quindi è perfetto per chi non ha voglia o tempo di pensare a qualcosa di diverso ogni giorno. Un primo piatto vegano ma decisamente saporito, per scaldarsi in queste giornate di inizio autunno.

Crema di patate, finocchi e porri

Ingredienti per 4 persone:

  • 2 patate (io ho usato patate rosse, ma quelle gialle vanno bene lo stesso)
  • 2 porri
  • 2 finocchi
  • 4 cucchiai d’olio evo
  • brodo vegetale
  • erba cipollina
  • sale

Preparazione

Lavate e pulite le verdure, tagliatele a pezzetti e metteteli in una padella con l’olio. Coprite e lasciate cuocere a fuoco medio per 15 minuti, quindi aggiungete un paio di mestoli di brodo caldo, salate e proseguite la cottura per altri 10/15 minuti.

Frullate bene col frullatore ad immersione e servite calda con un po’ di erba cipollina e volendo qualche crostino.

Buona cremosità!

Crema di patate, finocchi e porri
Read more

Cous cous con verdure al forno

Il cous cous è uno di quegli alimenti che amo ma di cui, non so per quale motivo, mi dimentico l’esistenza. Qualche tempo fa l’ho visto con la coda dell’occhio al supermercato ed ho pensato “ecco di cosa avevo voglia da mesi senza rendermene conto” così l’ho messo subito nel carrello e me lo sono portato a casa. Per prepararlo ho pensato a delle verdure, ma stavolta cotte al forno perchè con l’avvicinarsi dell’autunno inizio a riufiutare le cose fredde e crude. Abbiamo quindi un primo piatto vegano molto semplice da preparare, la rottura maggiore consiste nel pulire le verdure. Mi piacerebbe potervi dire che si tratta di una ricetta adatta ai bambini ma il mio piccolo tiranno ha simulato i conati di vomito alla seconda forchettata. Forse ci sono troppe verdure per i cuccioli di uomo.

Cous cous con verdure al forno

Ingredienti per 4 persone:

  • 300 gr di cous cous
  • 10 pomodorini ciliegino
  • 3 patate
  • 2 peperoni rossi
  • 2 zucchine
  • 1 cipolla rossa di Tropea
  • 1 melanzana
  • origano
  • olio evo
  • sale

Preparazione

Lavate tutte le verdure, taglietele a pezzetti di dimensione simile e disponetele insieme su una placca rivestita di carta da forno. Irroratele con olio evo, mescolatele bene e cucinatele in forno statico preriscaldato a 200 gradi per circa 40 minuti, dovranno essere morbide. Sfornate e salate.

Preparate il cous cous seguendo le indicazioni sulla confezione, quindi unitelo alle verdure aggiungendo un po’ di origano tritato ed un filo d’olio. Servite.

Buon cous cous!

Cous cous con verdure al forno
Read more