Risotto alla paesana

Quando ho assaggiato il risotto alla paesana sono rimasta stordita dalla sua bontà e le mie papille gustative hanno iniziato a scatenarsi convinte di essere ad un rave party. La mia persona preferita ne ha mangiati 3 piatti, mentre io mi sono limitata a 2, ma solo perchè il mio stomaco ha una capienza nettamente inferiore.

Stiamo parlando di un concentrato di sapori e sensazioni autunnali: carne, funghi e quel calore che solo il risotto sa offrire. Se dovete servirlo anche ai bambini potete sostituire i funghi con la zucca, vedrete che sarà ugualmente ottimo. Un piatto ricco che è perfetto se volete fare bella figura a cena con amici e che sicuramente sarà apprezzato da tutti; l’unico consiglio che vi do è di fare qualcosa di leggero per secondo, perchè non è un primo light.

Ingredienti per 4 persone:
  • 350 gr di riso
  • 400 gr di carne macinata (metà manzo e metà suino)
  • 200 gr di funghi (io ho usato quelli surgelati)
  • 1 carota
  • 1 gambo di sedano
  • 1 cipolla
  • 1 spicchio d’aglio
  • vino bianco secco
  • brodo di carne
  • parmigiano grattugiato
  • burro
  • olio evo
  • sale
  • pepe
Preparazione

Mettete i funghi in una padella con un filo d’olio e l’aglio, quindi cucinateli a fuoco medio fino a che saranno asciutti. Tenete da parte.

Tagliate finemente la cipolla, il sedano e la carota e fateli soffriggere in una padella dai bordi alti con un filo d’olio. Dopo un paio di minuti aggiungete la carne, sbriciolatela bene con un mestolo di legno e fatela rosolare.

Salate, pepate ed aggiungete il riso. Fatelo tostare un paio di minuti quindi sfumate col vino bianco. Quando il vino sarà evaporato coprite con qualche mestolo di brodo caldo e cucinate il risotto a fuoco moderato aggiungendo brodo quando necessario.

Circa a metà cottura aggiungete i funghi e regolate di sale.

Infine spegnete il fuoco, mantecate con una noce di burro e parmigiano grattugiato e servite ben caldo.

Buon tepore!

Read more

Lasagne alla zucca

Se avete amici a cena, se volete fare bella figura o se semplicemente avete voglia di un piatto supermegaiper goloso, queste lasagne alla zucca fanno al caso vostro. La preparazione è semplice ma non è veloce, il lato positivo è che potete prepararne una sbadilata e congelare l’eccesso in modo da avere sempre qualche porzione pronta all’uso.

Per correttezza vi informo che con le dosi indicate a me è avanzata crema di zucca. Se capiterà anche a voi potrete usarla in diversi modi: per preparare una pasta al forno oppure, se volete stare più leggeri, potete gustarla calda con qualche crostino. Per quanto riguarda la besciamella io avevo in casa una confezione di quella pronta, ma se la fate in casa il risultato sarà ancora più sorprendente.

Vi avviso fin da subito che non si tratta di un piatto leggero healthy/fit/veg, per cui se siete a dieta chiudete il pc e gettatelo nel fuoco perchè dopo aver letto la ricetta abbandonerete ogni proposito di avere una vita sana.

Ingredienti:

  • 400 gr di zucca pulita
  • 3 zucchine
  • 2 carote
  • 2 patate
  • 1 cipolla
  • 3 cucchiai di passata di pomodoro
  • 1 dado vegetale
  • 200 gr di pancetta affumicata a dadini
  • 150 gr di montasio
  • 5 o 6 sfoglie pronte per lasagne (quelle del banco frigo)
  • 500 ml di besciamella
  • mezzo bicchiere di vino bianco
  • parmigiano grattugiato
  • rosmarino
  • olio evo
  • sale
  • pepe

Preparazione

Mettete in una pentola capiente metà della zucca tagliata a dadini, metà della cipolla tagliata a pezzi, e le altre verdure pulite e tagliate a dadini. Aggiungete il dado, la passata di pomodoro, coprite d’acqua e cucinate a fuoco medio per circa un’ora. A cottura ultimata frullate bene fino ad ottenere una crema e regolate di sale e di pepe.

Soffriggete in una casseruola con un filo d’olio la cipolla rimasta tritata finemente. Aggiungete la pancetta, fate rosolare, quindi sfumate col vino bianco. Unite la zucca restante, un rametto di rosmarino e cucinate a fuoco moderato per circa 15 minuti. Salate e pepate.

Aggiungete la besciamella alla crema di verdure ed amalgamate bene.

Prendete una pirofila e versatevi un po’ di crema di verdure, quindi mettete un foglio di pasta per lasagne, uno strato di crema di verdure, un paio di cucchiai di pancetta e zucca ed un po’ di montasio tagliato a dadini. Ricominciate con la sfoglia ed andate avanti fino all’esaurimento degli ingredienti. Sull’ultimo strato aggiungete abbondante parmigiano grattugiato.

Cucinate in forno ventilato a 180 gradi per 15/20 minuti. Se quando mancano 5 minuti vedete che la superficie non si sta scurendo alzate la temperatura a 200 gradi.

Sfornate e servite ben calde.

Buona goduria!

Read more

Crema di patate, finocchi e porri

L’autunno non sancisce solo l’inizio dell’abuso di torte di mele e di tisane ed infusi, ma è la stagione delle creme di verdura. In realtà sarebbe anche la stagione delle zuppe e dei minestroni ma proprio non mi piacciono, tutti quei pezzettoni mi ricordano quando ero piccola e mi obbligavano a mangiare le verdure, per cui frullo tutto e sono felice così.

Comincio quindi questo lungo periodo di sfruttamente del frullatore con una crema di patate, finocchi e porri che vi conquisterà per la sua consistenza, per l’appunto, cremosa. La preparazione è semplicissima e fa parte di quei piatti che potete preparare in abbondanza e congelare, quindi è perfetto per chi non ha voglia o tempo di pensare a qualcosa di diverso ogni giorno. Un primo piatto vegano ma decisamente saporito, per scaldarsi in queste giornate di inizio autunno.

Ingredienti per 4 persone:

  • 2 patate (io ho usato patate rosse, ma quelle gialle vanno bene lo stesso)
  • 2 porri
  • 2 finocchi
  • 4 cucchiai d’olio evo
  • brodo vegetale
  • erba cipollina
  • sale

Preparazione

Lavate e pulite le verdure, tagliatele a pezzetti e metteteli in una padella con l’olio. Coprite e lasciate cuocere a fuoco medio per 15 minuti, quindi aggiungete un paio di mestoli di brodo caldo, salate e proseguite la cottura per altri 10/15 minuti.

Frullate bene col frullatore ad immersione e servite calda con un po’ di erba cipollina e volendo qualche crostino.

Buona cremosità!

Read more

Risotto allo speck

Tra i vari cibi di cui non posso fare a meno in autunno, il risotto è sicuramente al primo posto. Si può preparare in mille modi ma l’importante è che si leghi bene: non c’è niente di peggio di un risotto slegato. Questa mia grande passione sfortunatamente non è condivisa dal piccolo Gu, che appena vede del riso chiude la bocca e non la riapre finchè il piatto non è stato allontanato dalla sua vista. Grazie al cielo però le scuole hanno riaperto (applausi, balletti e coriandoli in ogni dove), quindi posso preparare i miei risotti per pranzo senza tragedie epiche.

Visto che ho una grande nostalgia delle mie vacanze in montagna (lo potete notare dalla tovaglietta in classico stile urbano) ho pensato ad un saporitissimo risotto allo speck. La preparazione è molto semplice ma richiede un po’ di pazienza, vi assicuro però che ne vale la pena.

Ingredienti per 4 persone:

  • 360 gr di riso Carnaroli
  • 150 gr di speck a listarelle
  • 2 scalogni
  • 1 bicchiere di vino bianco secco
  • brodo vegetale
  • olio evo
  • burro
  • parmigiano grattugiato
  • sale

Preparazione

Tagliate finemente gli scalogni e fateli soffriggere in una padella con un cucchiaio d’olio, aggiungete lo speck e fatelo rosolare per circa un minuto.

Unite quindi il riso e fatelo tostare per un paio di minuti.

Bagnate col vino e lasciatelo evaporare a fiamma alta, poi abbassate il fuoco e versate qualche mestolo di brodo bollente. Portate a cottura aggiungendo brodo ogni volta che ce ne sia bisogno, regolate di sale.

Spegnete il fuoco, quindi mantecate con una noce di burro ed un paio di cucchiai di parmigiano grattugiato. Servite.

Buon risotto!

Read more

Gnocchi di zucca e patate

Se da maggio ad agosto ho infilato il lime in ogni signolo piatto sappiate che probabilmente farò la stessa cosa con la zucca almeno fino a fine ottobre; dal primo novembre invece mi butterò su zamponi e cotechini (ohohoh manca poco). Per iniziare questo periodo zuccoso ed arancione ho pensato ad un bel piatto di gnocchi: una ricetta autunnali perfetta per grandi e piccini. La preparazione è semplice ma non proprio velocissima, per cui vi consiglio di farne un quintale e di congelare quelli che non consumate in modo da averne sempre di pronti. Per farlo dovrete inizialmente disporre gli gnocchi ancora crudi su un vassoio infarinato e riporre quest’ultimo in freezer per circa mezz’ora. Trascorso questo tempo potrete mettere gli gnocchi nei sacchettini per congelatore. Quando sarà il momento di utilizzarli non dovrete scongelarli (mi raccomando).

Per quanto riguarda il condimento io li ho accompagnati con burro fuso e semi di papavero, ma potete abbinarli anche con un ragù oppure con una salsa al gorgonzola.

Ingredienti per 4 persone:

  • 600 gr di patate
  • 400 gr di zucca già pulita
  • 100 gr di farina 00
  • 1 uovo
  • pangrattato
  • burro
  • semi di papavero
  • sale

Preparazione

Lessate le patate, sbucciatele quindi passatele nello schiacciapatate.

Tagliate la zucca a pezzi, disponetela su una placca rivestita di carta da forno e cucinatela in forno statico preriscaldato a 200 gradi per circa 40 minuti, dovrà risultare morbida. Sfornatela, lasciatela raffreddare quindi passatela nel passaverdure o nel mixer.

Mettete in una ciotola le patate, la zucca, la farina, l’uovo ed un pizzico di sale, quindi iniziate ad amalgamare. Aggiungete un po’ alla volta il pangrattato, fino ad ottenere un composto elastico e soffice.

Formate tanti rotoli e tagliateli a pezzetti. Cucinate gli gnocchi in abbondante acqua bollente salata, scolateli con una schiumarola appena vegono a galla. Disponeteli su un piatto da portata e condite con burro fuso e semi di papavero o col sugo che avete scelto.

Buon arancione!

Read more

Fusilli con crema al prezzemolo e speck

Ci sono delle volte in cui si hanno ospiti, si vuole fare bella figura ma non si ha la voglia o il tempo di mettersi in cucina per 24 ore per preparare piatti tanto buoni quanto complessi. Per questi casi c’è bisogno di ricette semplici e veloci, che però lascino il segno. Signori e signore sono quindi felice di presentarvi un primo piatto che vanta l’utilizzo di pochissimi ingredienti, con una preparazione alla portata di tutti e che si realizza, non scherzo, in 10 minuti. La crema al prezzemolo è molto aromatica e lo speck dona quel tocco in più che rende il tutto veramente speciale. Provare per credere.

Ingredienti per 4 persone:

  • 400 gr di fusilli (io ho utilizzato quelli integrali)
  • 250 gr di latte
  • 60 gr di speck a fette sottili
  • 35 gr di prezzemolo
  • 1 cucchiaio di amido di mais
  • sale
  • pepe

Preparazione

Mettete in un pentolino il latte insieme al prezzemolo ed un pizzico di sale. Portate ad ebollizzione e dopo un paio di minuti togliete dal fuoco e frullate col frullatore ad immersione. Aggiungete l’amido di mais sciolto in poco acqua fredda, mescolate e rimettete sul fuoco. Fate bollire per altri 2 minuti, salate, pepate e spegnete.

Rosolate lo speck in una padella antiaderente ben calda, quindi tagliatelo a pezzetti.

Cucinate la pasta in abbondante acqua bollente salata, scolate, condite con la crema di prezzemolo e lo speck, servite.

Buon figurone!

Read more

Mezze maniche con crema ai peperoni

Dopo settimane passate a mangiare insalata di quinoa, cous cous e qualsiasi altro primo freddo, mi è tornata la voglia di un bel piatto di pasta fumante. Avevo in frigorifero dei peperoni da finire ed una robiola che stava per scadere, per cui ho mixato le due cose ed il risultato è stato a dir poco ottimo. Gu ha gradito moltissimo, quindi vi assicuro che si tratta di una ricetta adatta anche ai più piccoli. Penso che se proprio vogliate fare i golosi possiate aggiungere un po’ di pancetta affumicata croccante, io non la avevo ma dopo le prime forchettate ho capito che sarebbe stata la ciliegina sulla torta. Se non avete la robiola potete utilizzare anche ricotta, formaggio spalmabile o panna da cucina.

Ingredienti per 4 persone:

  • 400 gr di mezze maniche integrali
  • 2 peperoni rossi
  • 2 peperoni gialli
  • 100 gr di robiola
  • 1 cipolla di Tropea
  • olio evo
  • sale
  • pepe

Preparazione

Pulite i peperoni, tagliateli in quarti e disponeteli su una placca rivestita di carta da forno. Cucinateli in forno statico preriscaldato a 220 gradi per 40 minuti, quindi sfornateli e riponeteli in un sacchetto per alimenti. Quando non saranno più roventi come la lava spellateli.

Pulite la cipolla, tagliatela a rondelle e mettetela in una padella insieme ai peperoni, un filo d’olio, 1 bicchiere d’acqua, sale e pepe. Coprite con un coperchio e cucinate a fuoco medio fino al quasi totale assorbimento dell’acqua. Frullate tutto col frullatore ad immersione, regolate di sale e di pepe, quindi unite la robiola mantenendo il fuoco molto basso e mescolate fino a che si sarà sciolta.

Cucinate la pasta in abbondante acqua bollente salata, scolatela al dente e versatela nella padella con la crema di peperoni. Spadellate per un minuto e servite.

Buona cremosità!

Read more

Cous cous con verdure al forno

Il cous cous è uno di quegli alimenti che amo ma di cui, non so per quale motivo, mi dimentico l’esistenza. Qualche tempo fa l’ho visto con la coda dell’occhio al supermercato ed ho pensato “ecco di cosa avevo voglia da mesi senza rendermene conto” così l’ho messo subito nel carrello e me lo sono portato a casa. Per prepararlo ho pensato a delle verdure, ma stavolta cotte al forno perchè con l’avvicinarsi dell’autunno inizio a riufiutare le cose fredde e crude. Abbiamo quindi un primo piatto vegano molto semplice da preparare, la rottura maggiore consiste nel pulire le verdure. Mi piacerebbe potervi dire che si tratta di una ricetta adatta ai bambini ma il mio piccolo tiranno ha simulato i conati di vomito alla seconda forchettata. Forse ci sono troppe verdure per i cuccioli di uomo.

Ingredienti per 4 persone:

  • 300 gr di cous cous
  • 10 pomodorini ciliegino
  • 3 patate
  • 2 peperoni rossi
  • 2 zucchine
  • 1 cipolla rossa di Tropea
  • 1 melanzana
  • origano
  • olio evo
  • sale

Preparazione

Lavate tutte le verdure, taglietele a pezzetti di dimensione simile e disponetele insieme su una placca rivestita di carta da forno. Irroratele con olio evo, mescolatele bene e cucinatele in forno statico preriscaldato a 200 gradi per circa 40 minuti, dovranno essere morbide. Sfornate e salate.

Preparate il cous cous seguendo le indicazioni sulla confezione, quindi unitelo alle verdure aggiungendo un po’ di origano tritato ed un filo d’olio. Servite.

Buon cous cous!

Read more

Insalata croccante di quinoa

Avevo promesso che non avrei ceduto alle lusinghe della quinoa, ma non si può dire che non ci piace qualcosa se non la proviamo giusto? Ed ero sicura, anzi sicurissima, che un alimento così sano e leggero non sarebbe stato di mio gusto. Devo ammettere invece che mi è piaciuto, pure parecchio, ed incredibilmente anche Gu se ne è mangiato un piatto intero (ovviamente a lui era stato detto che si trattava di “pasta piccola dei puffi”). Questa insalata di quinoa croccante è vegana, senza glutine, crudista e terribilmente sana, ma vi assicuro che il sapore non manca. Se volete dare un po’ più di corpo al tutto potete sostituire la quinoa con quello che preferite: riso, pasta, bulgur o anche fregola andranno benissimo ugualmente.

Non preoccupatevi, per controbilanciare le scelte alimentari fin troppo leggere dell’ultimo periodo oggi ho fritto un numero spropositato di polpette di pesce. In un oceano di olio bollente. Sono sempre io.

Ingredienti per 4 persone:

  • 150 gr di quinoa
  • 4 pomodori ramati
  • 2 carote
  • 1 cipolla rossa di Tropea
  • 1 cetriolo
  • il succo di mezzo lime
  • menta
  • prezzemolo
  • olio evo
  • sale

Preparazione

Versate la quinoa in un colino e sciacquatela abbondantemente sotto l’acqua fredda (fatelo bene altrimenti risulterà amara). Cucinatela quindi in 400 ml di acqua bollente salata per almeno 10 minuti, a fuoco basso e col coperchio. Quando sarà trasparente e dai grani vedrete un germoglio sarà pronta. Scolatela, versatela in una ciotola, condite con un filo d’olio, mescolate e lasciatela lì a raffreddare.

Pelate tutte le verdure, eliminate i semi dal cetriolo e dai pomodori e riducete tutto a dadini piccoli.

Mettete nella stessa ciotola la quinoa fredda, le verdure, il prezzemolo e la menta tritati, il succo di lime, un filo d’olio e mescolate bene. Regolate di sale se necessario e riponete in frigorifero per almeno un’ora prima di servirla.

Buona leggerezza!

Read more

Ruote fredde con verdure croccanti

Non so voi come siate messi, ma da quando c’è stata la quarantena noi abbiamo smesso di pesarci per evitare un crollo psicologico. Da qualche settimana sto quindi crecando di fare da mangiare più sano, senza quella svalangata di burro che sono solita usare per dare sapore ad ogni pietanza, e chi mi conosce sa bene quanto mi sia difficile. Il caldo però in questo caso è un valido alleato e permette di preparare dei piatti freddi davvero saporiti. Queste ruote con verdure croccanti sono l’esempio perfetto: compleatamente vegane e crudiste ma super gustose grazie alla dadolata di verdure e alla menta che dona quella freschezza in più. Come ogni pasta fredda il mio consiglio è quello di preparne una dose considerevole per potersene cibare per più giorni senza dover riaccendere i fornelli.

Ingredienti per 2/3 persone:

  • 300 gr di ruote
  • 80 gr di zucchine
  • 80 gr di mela
  • 80 gr di pomodoro
  • 80 gr di peperone verde
  • menta
  • olio evo
  • sale

Preparazione

Lavate le verdure e la mela, pulitele, eliminate i semi e tagliatele a cubetti piccolissimi. Metetteli in una ciotola e conditeli con 30 gr di olio, qualche fogliolina di menta tritata e sale.

Cucinate la pasta in abbondante acqua bollente salata, scolatela, passatela sotto l’acqua fredda per bloccare la cottura ed unitela alla dadolata di verdure.

Servite.

Buona croccantezza!

Read more