Panini ai fichi secchi

Da quando ho iniziato a sperimentare col lievito di birra non mi ferma più nessuno. I panini coi fichi secchi sono perfetti per la merenda, io li farcisco con marmellata di albicocche e li porto a Gu quando lo vado a prendere a scuola e lui apprezza moltissimo. Sono molto energetici, facili da preparare e non richiedono una lunga lievitazione. Una volta sfornati manterrano un colore abbastanza chiaro, tanto da domandarvi se siano cotti: la risposta è sì, sono cotti. Se volete un effetto super goloso e calorico, che ostruisca bene le arterie ma che dia gioia infinita, oltre alla marmellata potete aggiungere il burro. Libidine.

Ingredienti:
  • 500 gr di farina 00
  • 130 gr di fichi secchi
  • 20 gr di lievito di birra fresco
  • sale
Preparazione

Fate sciogliere il lievito in un po’ di acqua tiepida quindi mescolatelo con la farina, un pizzico di sale ed i fichi secchi sminuzzati. Impastate aggiungendo man mano l’acqua necessaria.

Una volta ottenuto un panetto omogeneo, copritelo con un telo e lasciatelo lievitare per circa 20 minuti. Lavoratelo nuovamente per un paio di minuti, poi dividetelo in 3 o 4 panetti, dandogli una forma tonda o ovale. Lasciate lievitare altri 10-15 minuti.

Cucinate in forno statico preriscaldato a 180 gradi per circa 20 minuti. Sfornate, fate intiepidire ed abbuffatevi.

Buona super merenda!

Read more

Panini all’erba cipollina

Nonostante io sappia perfettamente di non avere il pollice verde, capita che decida di prendere una pianta per portarla a morire a casa mia. Questa volta è toccato ad una piantina di erba cipollina, che ero sicura non sarebbe durata più di 48 ore, ma che dopo quasi una settimana è ancora là, impavida e del tutto ignara del guaio in cui si è cacciata. Questo suo attaccamento alla vita ha causato un esubero di erba cipollina che ha necessità di essere smaltita, ed ho deciso di cominciare infilandola nell’impasto dei panini. Il risultato è un concentrato di morbidezza e profumo.

La preparazione è semplice e non richiede tempi di lievitazione particolarmente lunghi. Potrete gustare questi panini da soli o farciti con affettati e formaggio, quel che è certo è che li amerete.

Ingredienti per 3 panini:

  • 400 gr di farina 0
  • 100 gr di farina integrale
  • 50 gr di burro
  • 25 gr di lievito di birra
  • 1 uovo
  • 250 ml di latte
  • 1 cucchiaino di erba cipollina tritata
  • 1 cucchiaino di prezzemolo tritato
  • 1/2 cucchiaino di basilico tritato
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • sale

Preparazione

Disponete le farine a fontana e versatevi al centro il lievito sciolto in parte dei 250 ml di latte tiepido con lo zucchero.

Unite l’erba cipollina, il prezzemolo, il basilico, il burro fuso ed un po’ di sale. Iniziate ad impastare ed aggiungete un po’ alla volta il latte rimasto fino ad ottenere un composto liscio ed elastico. Lasciate lievitare coperto per 25 minuti.

Ripendete il composto, lavoratelo brevemente e dividetelo in 3 parti uguali che modellerete formando 3 rotoli. Spennellateli con l’uovo sbattuto e lasciateli lievitare altri 20 minuti.

Cucinate in forno statico preriscaldato a 180 gradi per 20 minuti.

Buona erba cipollina!

Read more

Chiocciola di brioche alle mele

Forse non sono stata molto chiara nel comunicarlo me secondo il mio personalissimo calendario ormai praticamente è Natale, quindi bisogna mettersi d’impegno e buttarsi sui dolci lievitati che contribuiscono a creare la giusta atmosfera. Se poi ci aggiungiamo le mele beh, chevvelodicoafare (licenza poetica), sento già le campanelle delle renne che si avvicinano.

La preparazione di questa chiocciola di brioche alle mele è veloce? No. Possono prepararla anche i bambini? Mi dispiace no, non parliamo di una di quelle ricette che tanto amo in cui si infila tutto in una ciotola e si mischia. Ci vuole un po’ di impegno, non ecccessivo, ma un pochino. Quello che vi garantisco però è che poi non vedrete l’ora di fare colazione per poter affondare la faccia nella sua morbidezza.

Prima di inziare ci tengo a dire che con questo piatto si apre ufficialmente la rubrica “Gu approved”, che racchiude tutte le ricette apprezzate dal giudice di Masterchef più severo, il mio bimbo Guglielmo di 3 anni e mezzo. Potrete vedere nelle foto dei piatti una piccola coccarda che sancirà il superamento dell’esame di cucina e saprete che se è piaciuto a lui, sicuramente piacerà agli altri bambini. Se volete potete andare su Instagram e seguire #Guapproved per essere sicuri di non perdervi nemmeno un piatto. Ok ho finito, ecco la ricetta.

Ingredienti per l’impasto:

  • 250 gr di farina 00
  • 250 gr di farina Manitoba
  • 250 gr di latte (più un po’ per spennellare alla fine)
  • 60 gr di burro
  • 25 gr di lievito di birra fresco
  • 3 tuorli
  • 5 cucchiai di zucchero
  • sale

Ingredienti per la farcia:

  • 100 gr di zucchero
  • 30 gr di farina 00
  • 4 tuorli
  • mezzo litro di latte
  • 1 bacca di vaniglia
  • 100 gr di uvetta
  • 50 gr di pinoli
  • 1 mela a fettine

Preparazione

Sciogliete il lievito in parte dei 250 gr di latte tiepido.

Lavorate insieme la farina, il lievito sciolto, il latte rimasto, il burro morbido, lo zucchero, i tuorli ed un pizzico di sale. Impastate bene fino ad ottenere un panetto morbido, quindi mettetelo a lievitare in una ciotola coperta con la pellicola per 2 ore.

Nel frattempo preparate la crema pasticcera. Mettete in un pentolino il latte insieme ai semi della bacca di vaniglia e portate a bollore. Mettete in una casseruola i tuorli e lo zucchero, quindi mescolate bene. Aggiungete senza smettere di mescolare la farina e quando sarà ben amalgamata versate lentamente e sempre mescolando il latte bollente. Mettete sul fuoco e continuate a mescolare facendo sobbollire per 3-4 minuti. Anche se vi sembrerà leggermente liquida toglietela dal fuoco, si addenserà ulteriormente raffreddandosi. Versatela in una ciotola e lasciatela intiepidire.

Mettete a mollo l’uvetta in acqua tiepida.

Riprendete l’impasto e stendetelo formando un quadrato grande. Cospargete la superficie con la crema pasticcera, l’uvetta strizzata, i pinoli e la mela tagliata a fettine, quindi arrotolate la pasta su se stessa. Avvolgetela formando una chiocciola ed adagiatela su una placca rivestita di carta da forno. Lasciatela lievitare altri 45 minuti, quindi spennellatela con un po’ di latte e fate qualche incisione trasversale non troppo profonda.

Cucinate in forno statico preriscaldato a 180 gradi per 45 minuti.

Buon Natale!

Ps per farcirla ho usato circa 300 gr di crema pasticcera, quindi ve ne avanzerà un po’.

Read more

Panini ai semi di papavero

Fino a qualche tempo fa ero terrorizzata dal lievito di birra. Facevo incubi terribili in cui i miei impasti non lievitavano o, al contrario, crescevano così tanto da esplodere nel forno (so di avere dei problemi, tranquilli). Poi però è arrivata la quarantena, così, ispirata dal restante 99% degli italiani che si sono dedicati quotidianamente all’arte della panificazione, ho acquistato i miei primi panetti di lievito di birra. Per qualche giorno mi sono limitata ad aprire il frigo, guardarli con un misto di curiosità ed ansia, chiudere il frigo. Quando però la data di scadenza si stava avvicinando non ho avuto scelta ed ho affrontato il mio primo dolce lievitato, la Babka (se te lo sei perso la ricetta è qui), e mi sono innamorata. Vedere l’impasto che cresce, sofficioso e morbido è una delle cose che più mi danno soddisfazione in cucina.

Siccome ho ancora dei forti attacchi di nostalgia verso la montagna, ho deciso di preparare dei panini coi semi di papavero veramente morbidissimi. La ricetta è semplice, non hanno bisogno di molta lievitazione e vi consiglio vivamente di farcirli con formaggio spalmabile e speck quando sono ancora tiepidi. Non crederete alle vostre papille gustative.

Ingredienti per 2 panini:

  • 225 gr di farina 0
  • 15 gr di lievito di birra fresco
  • 1 uovo
  • 1 cucchiaio abbondante di olio evo
  • 1/2 cucchiaino di zucchero
  • semi di papavero
  • sale

Preparazione

Mettete la farina in una ciotola, formate una fontana e versatevi al centro il lievito sciolto in poca acqua tipida con lo zucchero. Aggiungete il sale e l’olio, iniziate ad impastare ed unite poco alla volta acqua fino ad ottenere un composto morbido ed omogeneo. Spennellatelo con olio e lasciatelo lievitare per 15 minuti coperto.

Riprendete il composto, lavoratelo brevemente e dividetelo in 2 parti uguali, create i panini, spennellateli con l’uovo sbattuto e decorateli coi semi di papavero.

Disponeteli su una placca rivestita di carta da forno, praticatevi un’incisione a croce e lasciateli lievitare altri 10 minuti.

Cucinateli in forno statico preriscaldato a 180 gradi per 40-50 minuti.

Servite ancora tiepidi e farciteli con affettati e formaggi.

Buoni sapori montanari!

Read more

Focaccia alle cipolle

Questa focaccia alle cipolle è qualcosa di incredibile: morbidissima e super golosa è perfetta come merenda o come antipasto. Ovviamente se avete in mente una romantica cena a due non è proprio l’ideale, ma per tutte le altre occasioni è imbattibile. Prepararla è semplice ma richiede un po’ di tempo a causa della lievitazione, quindi non è un piatto da fare all’ultimo momento.

Ingredienti:

  • 300 gr di farina manitoba
  • 200 gr di farina 00
  • 360 gr di acqua a temperatura ambiente
  • 8 gr di lievito di birra fresco
  • mezzo cucchiaino di zucchero
  • 11 gr di sale
  • 300 gr di cipolle bianche
  • olio evo
  • sale grosso

Preparazione

Mettete in una ciotola le farine, il lievito sciolto in due cucchiai d’acqua insieme allo zucchero, ed il sale.

Mescolate, fate un buco in centro e versatevi l’acqua, quindi amalgamate il tutto aiutandovi con un cucchiaio.

Coprite con la pellicola e lasciate lievitare 2/3 ore, deve triplicare di volume.

Rovesciate l’impasto su un piano di lavoro infarinato e fate un paio di pieghe a portafoglio, quindi trasferitelo in una teglia unta di olio e stendetelo coi polpastrelli. Versatevi sopra 2 cucchiai d’olio ed allargatelo bene.

Pulite le cipolle e tagliatele a fettine sottili, quindi adagiatele sopra alla focaccia insieme ad un po’ di sale grosso.

Lasciate lievitare altri 45 minuti nel forno spento, poi cucinate in forno statico preriscaldato a 200 gradi per 10 minuti ponendo la teglia nella parte bassa del forno. Abbassate poi la temperatura a 180 gradi e ponete la focaccia nel ripiano medio continuando la cottura per altri 15 minuti. Se volete che sia bella dorata azionate il grill per altri 5 minuti.

Sfornate, lasciate intiepidire e servite.

Buon alito cipolloso!

Read more

Panini al latte

Questi panini al latte sono stati un esperimento decisamente riuscito: soffici e gustosi sono perfetti per essere farciti sia con affettati che con marmellate o creme spalmabili. La preparazione è semplice, è solo un po’ lunga a causa dei tempi di lievitazione. Con le dosi indicate me ne sono venuti 14; una volta raffreddati potete conservali in un sacchetto per un paio di giorni oppure li potete congelare.

Ingredienti:

  • 500 gr di farina 00
  • 250 gr di latte
  • 50 gr di olio
  • 1 cucchiaino di zucchero
  • 1 uovo
  • 1 cubetto di lievito di birra
  • sale

Preparazione

Mettete la farina setacciata col sale a fontana su una spianatoia; sbriciolate il lievito, mescolatevi lo zucchero e mettetelo al centro della fontana.

In un piatto sbattete l’uovo insieme al latte tiepido e all’olio, versate tutto al centro della fontana e con una forchetta amalgamate al composto il lievito e poi man mano impastate con la farina fino ad avere un composto liscio.

Formate un panetto, mettetelo in una ciotola coperto con la pellicola e lasciate lievitare 2 ore.

Staccate poi dei pezzetti di da circa 30 gr, formate delle palline e disponetele su una teglia rivestita di carta da forno. Lasciatele lievitare altri 30 minuti, spennellate con un po’ di latte, poi cucinate in forno statico preriscaldato a 200 gradi per 10-15 minuti.

Sfornate, lasciate intiepidire e servite.

Buoni panini!

Read more

La focaccia della Fra

La Fra è una ragazza che cucina benissimo ed è stata la prima persona a cui ho pensato quando ho deciso di provare a preparare una focaccia. Come mi aspettavo il risultato è stato eccezionale, se volete andare a dare un’occhiata alla sua pagina cliccate qui.

La preparazione è davvero molto semplice e potete farcire la vostra focaccia con quello che preferite; io ho utilizzato olive verdi e rosmarino, ma potete sbizzarrirvi per stupire amici e parenti. Potete servirla come antipasto o da sgranocchiare al posto del pane, la cosa sicura è che piacerà proprio a tutti.

Ingredienti:

  • 250 gr di farina 00
  • 75 gr di patate
  • 7 gr di sale
  • 1/3 di cubetto di lievito di birra fresco (circa 8 gr)
  • 125 gr di acqua tiepida
  • mezzo cucchiaino di zucchero
  • 1 cucchiaio di olio evo
  • olive verdi a piacere
  • rosmarino

Preparazione

Lessate le patate in acqua bollente, quindi spellatele e schiaccetele bene con una forchetta.

Fate sciogliere il lievito di birra nell’acqua tiepida con lo zucchero e lasciate riposare 5 minuti.

Unite alle patate la farina, l’acqua col lievito, il sale e l’olio; impastate bene.

Fate un panetto, mettetelo in una ciotola, coprite con la pellicola trasparente e lasciate lievitare per un’ora e mezza.

Trasferite il composto in una teglia unta d’olio, lavoratelo con le mani, spennellatelo con un filo d’olio, farcite con le olive ed il rosmarino, quindi lasciate lievitare per un’altra ora e mezza nel forno spento.

Cucinate in forno statico preriscaldato a 190 gradi per 30 minuti.

Buona focaccia!

Read more

Babka

La Babka è un dolce tipico polacco che avevo in mente di provare a fare da un bel po’ di tempo; questa quarantena è stata l’occasione giusta. Si tratta di un lievitato ricco di cioccolato fondente, perfetto per fare bella figura con gli amici. La preparazione non è complessa ma è lunga a causa dei tempi di lievitazione; essendo il mio primo tentativo lo ritengo un successo ma penso che ci possano essere dei miglioramenti. Innanzitutto per la farcitura ho utilizzato lo zucchero semolato, col senno di poi vi consiglio di usare lo zucchero a velo perchè si scioglie meglio. Per quanto riguarda la cottura io l’ho fatta cuocere a 180 gradi per 40 minuti, è venuta bene ma forse era lievemente indietro al centro e se avessi allungato i tempi si sarebbe bruciata fuori; consiglio di provare a 170 gradi la prossima volta.

Dopo tutte queste premesse… si comincia!

Ingredienti per l’impasto:

  • 250 gr di farina 00
  • 250 gr di farina Manitoba
  • 1 cubetto di lievito di birra fresco
  • 90 gr di zucchero
  • 2 uova intere + 1 tuorlo
  • un pizzico di sale
  • 120 gr di acqua tiepida
  • la scorza grattugiata di un limone
  • 140 gr di burro

Ingredienti per la farcitura:

  • 120 gr di burro
  • 150 gr di cioccolato fondente
  • 50 gr di zucchero semolato
  • 20 gr di cacao amaro in polvere

Ingredienti per lo sciroppo:

  • 130 gr di zucchero semolato
  • 80 ml d’acqua

Preparazione

Mettete in una ciotola le farine, lo zucchero e la scorza di limone, mescolate bene e fate un buco al centro.

Fate sciogliete il cubetto di lievito nell’acqua e versatela nel buco al centro delle farine insieme alle uova, il burro tagliato a pezzetti ed il sale.

Impastate bene con le mani per 5/10 minuti, create un panetto e mettete a lievitare in una ciotola coperta per circa 2 ore.

Nel frattempo preparate il ripieno: fate sciogliere il burro insiema al cioccolato fondente tagliato a pezzi ed allo zucchero. Quando sarà sciolto togliete dal fuoco, aggiungete il cacao amaro setacciato e fate raffreddare.

Stendete l’impasto su un piano leggermente infarinato cercando di ottenere rettangolo, quindi spalmatevi sopra il ripieno.

Arrotolate per il lato lungo, quindi dividete in due l’impasto sempre tagliando per il lato lungo, dovrete ottenere due serpentoni.

Intrecciate tra di loro le due parti mantenendo le zone col cioccolato verso l’alto e chiudete insieme le estremità.

Disponete la Babka in uno stampo da plumcake rivestito di carta da forno e fate lievitare ancora mezz’ora coperto nel forno spento.

Cucinate in forno statico preriscaldato a 180 gradi per 40 minuti, prima di sfornare verificate la cottura con uno stecchino.

Mentre il dolce è nel forno preparate lo sciroppo facendo sciogliere lo zucchero in un pentolino con l’acqua.

Spennellate la Babka con lo sciroppo appena la sfornate, quindi lasciatela raffreddare, sformatela e mangiatevela tutta.

Buona lievitazione!

Read more