Zucchine ripiene

Non c’è niente di meglio dei piatti unici: ci infilate dentro verdura, carne e carboidrati et voilà, il pasto è servito. Le zucchine ripiene sono un grande classico, le potete farcire con carne o pesce e sono sempre una garazia. Normalmente la prima cosa da fare è lessare brevemente le zucchine, ma in questa versione si salta questo passaggio e si passa subito a riempirle. A differenza del solito restano quindi un po’ più solide, quasi croccanti, il che è ottimo se come me odiate le verdure spappolate. Aggiungo anche che, una volta cotte, le potete tranquillamente surgelare, così da averle sempre pronte all’uso. Le zucchine ripiene sono un piatto che di solito viene apprezzato molto anche dai bambini, al massimo mangiano solo il ripieno (io facevo così), per cui vi consiglio di farle provare ai vostri figli/nipoti/parentiinminiatura.

Ah un’ultima cosa: con le dosi che vi ho indicato a me è avanzato un pochino di ripieno. Usatelo per fare delle buonissime polpette: vi basterà creare le palline con le mani, passarle nella farina e cuocerle in padella con un filo d’olio.

Zucchine ripiene
Ingredienti per persone:
  • 4 zucchine grandi
  • 300 gr di macinato di manzo
  • 100 gr di ricotta
  • 5 cucchiai di parmigiano grattugiato
  • 1 uovo
  • 1 panino
  • latte
  • origano
  • olio evo
  • sale e pepe
Preparazione

Lavate le zucchine, togliete le estremità e tagliatele a metà per il lungo. Svuotatele con un cucchiaino e mettete la polpa da parte.

Nella ciotola in cui avrete messo la polpa aggiungete la carne, l’uovo, la ricotta, il formaggio, un po’ di origano ed il panino ammollato nel latte e strizzato. Regolate di sale e di pepe, quindi amalgamate molto bene usando le mani. Farcite le zucchine col composto ottenuto, quindi mettetele in una pirofila leggermente unta e con un filo d’acqua sul fondo. Infornate a 190 gradi per circa 40 minuti. Sfornate e servite.

Buon piatto unico!

Zucchine ripiene

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *