Torta al cocco

Una delle mie grandi passioni grastronomiche oltre al lime ed al cioccolato fondente è il cocco. I dolci che contengono questo alimento sono sempre tra i miei preferiti e, come per la torta di carote, non sono ancora sicura di aver trovato la mia versione preferita, per cui ne provo sempre una diversa. In questo caso abbiamo una torta al cocco con gocce di cioccolato perfetta per la colazione o la merenda. Contiene burro e zucchero in abbondanza per cui non si parla di una ricetta light, ma sicuramente il gusto non manca. La preparazione è molto semplice e mentre sarà in forno la vostra casa verrà invasa da un profumino delizioso.

Ingredienti:

  • 150 gr di fecola di patate
  • 150 gr di farina 00
  • 150 gr di burro morbido
  • 150 gr di zucchero
  • 100 gr di farina di cocco
  • 3 uova
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • 1 bustina di vanillina
  • gocce di cioccolata
  • latte (circa 1 bicchiere)

Preparazione

Utilizzando le fruste elettriche lavorate il burro a crema con lo zucchero, unite i tuorli uno alla volta, la farina 00, la fecola, la vanillina ed il lievito.

Versate il latte necessario per ottenere un composto di densità media (circa 1 bicchiere), quindi aggiungete le gocce di cioccolato (io ne ho messi 3 cucchiai ma dipende da quanto vi piace) ed 80 gr di farina di cocco. Amalgamate bene.

Versate il composto in una tortiera rivestita di carta da forno e cucinate in forno statico preriscaldato a 180 gradi per circa 40 minuti, fate sempre la prova stecchino.

Sfornate, lasciate raffreddare, sformate, decorate con la farina di cocco rimasta e servite.

Buona colazione coccosa!

Read more

Insalata di pollo e ravanelli

“L’estate sta finendo… il caldo se ne va…” e quesa è una delle ultime insalate del 2020, perchè sto ufficialmente entrando in modalità Natale, ma mi sto trattenendo per evitare che chiamiate la neuro e mi facciate ricoverare. Quello che vi presento oggi è un piatto unico dai sapori marcatamente estivi, velocissimo da preparare e decisamente adatto a chi sta attento alla linea. Un’insalata di pollo leggera e fresca, con verdure crude, yogurt greco e ovviamente lime.

Ingredienti per 2 persone:

  • 250 gr di petto di pollo a fette
  • 170 gr di yogurt greco
  • 6/7 ravanelli
  • 1 cetriolo
  • 1 lime
  • menta
  • olio evo
  • sale
  • pepe

Preparazione

Pelate il cetriolo ed i ravanelli, tagliateli a dischi sottili e metteteli in una ciotola con un filo d’olio, sale, pepe ed una spruzzata di succo di lime.

In un’altra ciotola amalgamate lo yogurt greco con un filo d’olio, 1 cucchiaio di succo di lime, un po’ di menta tritata, sale e pepe.

Cucinate il pollo sulla piastra, quindi tagliatelo a listarelle ed unitelo ai cetrioli ed ai ravanelli.

Servite insieme alla salsa allo yogurt.

Buona ultima insalata!

Read more

Cous cous con verdure al forno

Il cous cous è uno di quegli alimenti che amo ma di cui, non so per quale motivo, mi dimentico l’esistenza. Qualche tempo fa l’ho visto con la coda dell’occhio al supermercato ed ho pensato “ecco di cosa avevo voglia da mesi senza rendermene conto” così l’ho messo subito nel carrello e me lo sono portato a casa. Per prepararlo ho pensato a delle verdure, ma stavolta cotte al forno perchè con l’avvicinarsi dell’autunno inizio a riufiutare le cose fredde e crude. Abbiamo quindi un primo piatto vegano molto semplice da preparare, la rottura maggiore consiste nel pulire le verdure. Mi piacerebbe potervi dire che si tratta di una ricetta adatta ai bambini ma il mio piccolo tiranno ha simulato i conati di vomito alla seconda forchettata. Forse ci sono troppe verdure per i cuccioli di uomo.

Ingredienti per 4 persone:

  • 300 gr di cous cous
  • 10 pomodorini ciliegino
  • 3 patate
  • 2 peperoni rossi
  • 2 zucchine
  • 1 cipolla rossa di Tropea
  • 1 melanzana
  • origano
  • olio evo
  • sale

Preparazione

Lavate tutte le verdure, taglietele a pezzetti di dimensione simile e disponetele insieme su una placca rivestita di carta da forno. Irroratele con olio evo, mescolatele bene e cucinatele in forno statico preriscaldato a 200 gradi per circa 40 minuti, dovranno essere morbide. Sfornate e salate.

Preparate il cous cous seguendo le indicazioni sulla confezione, quindi unitelo alle verdure aggiungendo un po’ di origano tritato ed un filo d’olio. Servite.

Buon cous cous!

Read more

Torta soffice di carote e mandorle

La torta di carote è uno dei classiconi tra i dolci da colazione/merenda e ne potete trovare mille milioni di versioni. Per quanto mi riguarda non ho ancora scelto quale sia la mia preferita, per cui ne preparo ogni volta una diversa e l’unica cosa che non cambia mai è che alla fine il risultato mi piace sempre, quindi dubito che ne metterò mai una al primo posto. In questo caso ho optato per una versione senza burro e senza olio ma con parecchie uova e parecchio zucchero. Ci sono poi un bel po’ di mandorle che rendono tutto molto croccante; la mia persona preferita che di solito ci va piano prima di dimostrare entusiasmo gastronomico se ne è uscita con un “wooow buonissima” al primo morso, quindi mi sento di consigliarvela vivamente. La preparazione è del tipo “versa tutto nella ciotola e mescola” quindi è adatta proprio a tutti.

Ingredienti:

  • 250 gr di carote grattugiate
  • 250 gr di mandorle con la pellicina
  • 250 gr di zucchero
  • 4 uova
  • zucchero a velo

Preparazione

Tritate le mandorle, quindi mettetele in una ciotola insieme allo zucchero, alle carote ed i tuorli; amalgamate bene.

Montate gli albumi a neve ben ferma ed uniteli delicatamente all’impasto.

Versate il composto in una tortiera rivestita di carta da forno e cucinate in forno statico preriscaldato a 170 gradi per 50 minuti (fate sempre la prova stecchino).

Sfornate, lasciate raffreddare, sformate e decorate con zucchero a velo.

Buon carotene!

Read more

Salsa alle olive

Continua la mia ricerca di salse/salsine/salsette per accompagnare i secondi piatti o anche solo da spalmare abbondantemente sul pane. Il mio amore incondizionato per le salse è nato durante l’adolescenza, quando per merenda mettevo mezzo vasetto di maionese dentro ai panini col prosciutto; in effetti quest’abitudine è rimasta immutata col passare degli anni.

Ma stiamo divagando.

Questa salsa alle olive dalla consistenza rustica va spalmata direttamente sul pane, il che la rende perfetta per un antipasto velocissimo ma che fa comunque la sua scena. Non escludo di poterla utilizzare anche per condire la pasta ma non ho ancora provato, per cui se lo fate è a vostro rischio e pericolo. La preparazione è veramente semplicissima e se avete gente a pranzo e non volete preparare tutto all’ultimo momento la potete fare il giorno prima.

Ah dimenticavo, questa ricetta è vegana per cui se tra gli ospiti c’è chi non mangia nulla di provenienza animale fa al caso vostro.

Ingredienti per 8/10 crostini:

  • 75 gr di olive verdi denocciolate
  • 75 gr di olive nere denocciolate
  • 10 gr di pinoli
  • 40 gr di acqua
  • 40 gr di olio evo
  • qualche fetta grande di pane ai cereali

Preparazione

Tagliate le fette di pane in modo da ricavarne dei crostini.

Mettete tutti gli altri ingredienti nel mixer e frullate, quindi spalmate la salsa ottenuta sul pane. Servite.

Più veloce di così non c’è niente.

Buone olive!

Read more

Insalata croccante di quinoa

Avevo promesso che non avrei ceduto alle lusinghe della quinoa, ma non si può dire che non ci piace qualcosa se non la proviamo giusto? Ed ero sicura, anzi sicurissima, che un alimento così sano e leggero non sarebbe stato di mio gusto. Devo ammettere invece che mi è piaciuto, pure parecchio, ed incredibilmente anche Gu se ne è mangiato un piatto intero (ovviamente a lui era stato detto che si trattava di “pasta piccola dei puffi”). Questa insalata di quinoa croccante è vegana, senza glutine, crudista e terribilmente sana, ma vi assicuro che il sapore non manca. Se volete dare un po’ più di corpo al tutto potete sostituire la quinoa con quello che preferite: riso, pasta, bulgur o anche fregola andranno benissimo ugualmente.

Non preoccupatevi, per controbilanciare le scelte alimentari fin troppo leggere dell’ultimo periodo oggi ho fritto un numero spropositato di polpette di pesce. In un oceano di olio bollente. Sono sempre io.

Ingredienti per 4 persone:

  • 150 gr di quinoa
  • 4 pomodori ramati
  • 2 carote
  • 1 cipolla rossa di Tropea
  • 1 cetriolo
  • il succo di mezzo lime
  • menta
  • prezzemolo
  • olio evo
  • sale

Preparazione

Versate la quinoa in un colino e sciacquatela abbondantemente sotto l’acqua fredda (fatelo bene altrimenti risulterà amara). Cucinatela quindi in 400 ml di acqua bollente salata per almeno 10 minuti, a fuoco basso e col coperchio. Quando sarà trasparente e dai grani vedrete un germoglio sarà pronta. Scolatela, versatela in una ciotola, condite con un filo d’olio, mescolate e lasciatela lì a raffreddare.

Pelate tutte le verdure, eliminate i semi dal cetriolo e dai pomodori e riducete tutto a dadini piccoli.

Mettete nella stessa ciotola la quinoa fredda, le verdure, il prezzemolo e la menta tritati, il succo di lime, un filo d’olio e mescolate bene. Regolate di sale se necessario e riponete in frigorifero per almeno un’ora prima di servirla.

Buona leggerezza!

Read more

Ciambella al caffè

Non so che effetto abbia su di voi il caldo, ma a me fa perdere la forza per compiere anche i gesti più banali. Per recuperare un po’ di energie ed iniziare la giornata senza commettere omicidi (almeno per un paio d’ore) ho pensato ad una ciambella al caffè. Se invece al mattino siete già agili e scattanti potete utilizzare il decaffeinato o il caffè d’orzo. Per quanto riguarda le calorie siamo messi bene perchè tra gli ingredienti non c’è il burro: si tratta di un dolce senza lattosio e con poco zucchero. La preparazione è davvero semplice ed adatta a tutti.

Ingredienti:

  • 3 uova
  • 200 gr di farina di farro (qualsiasi farina va bene)
  • 125 gr di zucchero
  • 100 ml di caffè tiepido
  • 100 ml di acqua frizzante
  • 100 ml di olio di semi di mais o arachide
  • 50 gr di maizena
  • 1 bustina di lievito per dolci
  • pangrattato
  • zucchero a velo

Preparazione

Montate le uova con lo zucchero fino ad ottenere un composto gonfio e spumoso. Incorporate lentamente il caffè, l’olio e l’acqua.

A questo punto aggiungete un po’ per volta la farina, la maizena ed il lievito. Amalgamate bene e versate il composto in uno stampo unto con un filo d’olio e spolverizzato con un po’ di pangrattato.

Cucinate in forno ventilato preriscaldato a 180 gradi per circa 40 minuti (al solito fate la prova con lo stecchino di legno).

Sfornate, lasciate intiepidire, sformate e decorate con un po’ di zucchero a velo.

Buona ricarica di energia!

Read more

Crocchette di patate e verdure (sono vegane lo ammetto)

Giuro che non sto diventando vegana ma sto solo cercando di mangiare sano quando capita. La cosa che mi sorprende è che ultimamente i piatti che provo sono veramente gustosi nonostante non contengano nulla di burroso o grasso. Per esempio queste crocchette di patate sono super saporite e la cosa sconvolgente è che Gu, il mio severissimo giudice di tre anni scarsi che se vede un pezzo di carota fa lo sciopero della fame per una settimana, ne va letteralmente pazzo. Potete gustarle da sole oppure accompagnarle con qualche salsa e potete variare il ripieno con la verdura che preferite. Si cucinano in forno e nonostante non siano fritte risultano croccantissime. In sintesi: non ci sono uova, non ci sono latticini, non c’è nulla che normalmente e singolarmente mi invoglierebbe, ma il sapore c’è eccome.

Ah dimenticavo: potete cucinarne una vagonata e congelare quelle in esubero, io visto il successo ne ho una scorta nel freezer.

Ingredienti per 15-17 crocchette:

  • 2 patate grandi a pasta gialla
  • 1 carota
  • 1 zucchina
  • 1 porro
  • pangrattato
  • olio evo
  • sale

Preparazione

Lessate le patate, fatele raffreddare, sbucchiatele e schiacciatele bene con una forchetta.

Lavate e tagliate le verdure a pezzetti e fatele saltare in padella con un filo d’olio; dovranno restare abbastanza croccanti. Regolate di sale.

Aggiungete le verdure alle patate e amalgamate bene. Formate le crocchette con le mani e passatele nel pangrattato, quindi disponetele su una placca rivestita di carta da forno.

Spennellate le crocchette di olio, poi cucinatele in forno ventilato preriscaldato a 200 gradi per circa 20 minuti girandole a metà cottura. Dovranno essere belle dorate.

Sfornate; potete gustarle calde o a temperatura ambiente.

Buona sorpresa saporita!

Read more

Calamari e seppie con polenta

Chi mi conosce sa bene che di solito in agosto esco dalla “modalità estate” e passo direttamente alla “modalità Natale”. Di solito verso metà/fine mese sento improvvisamente le campanelle delle renne e boom, inizio a sfornare torte di mele fino al 6 gennaio. Quest’anno credo che le cose stiano andando diversamente, forse a causa della pioggia di qualche giorno fa penso di essere temporaneamente entrata in “modalità autunno”, una fase che non mi è nuova ma che di solito si presenta solo una volta ogni tanto nei giorni vicini ad Halloween. Uno dei piatti che normalmente è presente sulla mia tavola mentre fuori le foglie cadono dagli alberi è la polenta. Da buona veneta penso che stia bene con tutto e fatta in qualsiasi modo, in questo caso l’ho accompagnata a seppie e calamari in umido per mantenere una parvenza d’estate.

La preparazione è semplicissima e potete scegliere se servirlo come secondo di pesce o come piatto unico in una fresca giornata di autunno (sì lo so non sono normale).

Ingredienti per 4 persone:

  • 800 gr tra seppie e calamari puliti e tagliati
  • 500 gr di passata di pomodoro
  • 2 cucchiai di olive taggiasche
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 confezione di polenta istantanea
  • capperi
  • vino bianco
  • origano
  • olio
  • sale
  • pepe

Preparazione

Spellate l’aglio, metettelo in una padella antiaderente e fate scaldare. Quando inizierà a rosolare aggiungete i calamari e le seppie e lasciate insaporire per un paio di minuti. Sfumate col vino bianco (circa mezzo bicchiere) e lasciate evaporare, poi abbassate la fiamma ed aggiungete la salsa di pomodoro. Unite anche le olive tagliate a rondelle, capperi a piacere, salate e lasciate cucinare per 10/15 minuti in base alla dimensione del pesce.

Nel frattempo preparate la polenta seguendo le istruzioni sulla confezione, quando è pronta versatela in delle ciotoline.

Quando le seppie ed i calamari saranno cotti profumateli con l’origano e pepate, quindi trasferite sopra alla polenta.

Servite ben caldo.

Buon autunno!

Read more

Ciambella veg al cacao e mandorle

Non vi spaventate non mi sono convertita al veganismo, ma dopo la super torta dell’ultima volta (se ve la siete persa la ritrovate qui) mi era avanzato del latte di mandorla così ho deciso di sperimentare un altro po’. Anche questa volta il risultato mi ha piacevolmente colpito: la super morbidezza e la cioccolosità sono veramente irresistibili. Devo ammettere che tutti questi riscontri positivi all’assenza di proteine animali mi stanno ammaliando; al supermercato vedo la quinoa che mi fa l’occhiolino ed il seitan mi guarda con fare seducente, ma non intendo cedere a tali avances. Quello che posso dire è che sicuramente quando potrò cercherò di evitare di usare il mio solito panetto da 250 gr di burro.

Ma torniamo alla ciambella: come farina ho utilizzato quella di farro ma andrà benissimo anche una normale 00 o una farina integrale. La preparazione è super facile ed il risultato è una torta perfetta per la colazione o la merenda, buonissima anche abbinata allo yogurt.

Ingredienti:

  • 230 gr di latte di mandorla
  • 200 gr di farina di farro
  • 160 gr di zucchero di canna grezzo
  • 80 gr di olio di semi di arachide
  • 40 gr di cacao amaro in polvere
  • 10 gr di lievito per dolci
  • 3 cucchiai di mandorle in scaglie
  • 1 bustina di vanillina
  • 1 pizzico di sale

Preparazione

Mettete il latte in una ciotola, aggiungete lo zucchero e mescolate bene fino al suo scioglimento. Unite anche l’olio e mescolate ancora.

Aggiungete la farina, il cacao, il lievito, il sale, la vanillina, 2 cucchiai di mandorle ed amalgamate bene.

Versate il composto in uno stampo oliato, cospargete con le restanti mandorle e cucinate in forno statico preriscaldato a 180 gradi per circa 30 minuti.

Sfornate, lasciate raffreddare quindi trasferite su un piatto o un’alzatina. Servite per colazione o merenda.

Buon cacao!

Read more